Prigionieri Politici dell'Impero| MIAMI 5  

     


CUBA
NuestrA America
ESTERI
SPORT
CULTURA




COMUNICATE
CON I
CINQUE EROI


RIFLESSIONI   FIDEL
- Il dovere d’evitare
una guerra in Corea


Cuba contro
il Blocco

Intriduzione
Capitolo-1 / Capitolo-2
Capitolo-3 / Capitolo-4
Capitolo-3-2 /Capitolo-3-3
Capitolo-3-4



         Capitolo
1 | 2 | 3 |
4 | 5 | 6
7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12
13 | 14 |
15 | 16 | 17
1819 | 20 | 21 | 22

23 | 24 | 25

- PAROLE DI FIDEL 
 

SPECIALI IE GI
-
Conversazioni con
Fidel Castro: I pericoli
di una Guerra Nucleare


• 
Fino alla
   Vittoria Sempre

Sito Web di Ernesto CHE Guevara
di una Guerra Nucleare

A giro di Posta
avuelta@granmai.cip.cu

 

 

E S T E R I

 L'Avana. 1 Ottobre 2014

   

Il sacerdote sudafricano Lapsley ha visitato l’antiterrorista cubano Gerardo

Jorge V. Jaime

Il sacerdote anglicano sudafricano Alan Michael Lapsley ha confermato d’aver visitato per la nona volta l’antiterrorista cubano Gerardo Hernández Nordelo, recluso nella prigione  d’alta sicurezza californiana di Victorville, negli Stati Uniti.

Gerardo è prigioniero già da 16 anni ed è stato condannato a due ergastoli più 15 anni. nonostante i lunghi e duri anni passati in isolamento, richiuso con individui che hanno commesso crimini atroci, Gerardo stava bene e di buonumore, ha segnalato Lapsley,  commentando che Hernández Nordelo si mantiene forte grazie alla certezza che sua moglie Adriana, la sua famiglia e tutta la nazione cubana sono uniti nella battaglia per la sua liberazione con i suoi compagni eroici, Ramón Labañino e Antonio Guerrero.

”Gerardo è anche animato dal flusso continuato di lettere con espressioni di solidarietà che gli giungono da ogni parte del mondo, che a volte sono anche 80 in un giorno”, ha detto a  Prensa Latina l’attivista per la giustizia sociale ed ex combattente contro  l’apartheid.

“Sono stato a Cuba due settimane, così avevamo molto da dire e abbiamo passato tre ore conversando. Ho avuto l’opportunità di dire a Gerardo che la questione della liberazione dei Cinque è la maggior fonte di unità nella Cuba di oggi”, ha sottolineato padre Lapsley.

Noti internazionalmente come i Cinque, Gerardo, Ramón, Antonio, Fernando González e René González furono detenuti  nel 1998 e in un processo politico e manipolato, furono poi condannati a reclusioni assurdamente lunghe.

Fernando González e René González hanno scontato le loro condanne e sono a Cuba con le loro famiglie.

Personalità internazionali, associazioni  civili e delegati di governo difendono i Cinque Eroi e ricordano che loro controllavano solamente le attività dei gruppi estremisti  nemici di Cuba, anticipando le loro azioni e riunendo prove su possibili attacchi contro l’Isola.

“Ho riaffermato a Gerardo che esiste un consenso globale a favore della liberazione dei tre antiterroristi cubani ancora reclusi, equivalente alla domanda universale che a suo tempo favorì la liberazione di  Nelson Mandela”, ha detto Padre Michael.

"Gerardo ed io abbiamo parlato di tutto sotto il sole: la Cuba di oggi, il Sudafrica di oggi, le nostre famiglie e le sfide della famiglia umana. Siamo d’accordo che nessuno di noi ha rimorsi sulle grandi decisioni che abbiamo preso nella vita”, ha aggiunto.

“Siamo convinti che la liberazione dei Cinque avverrà nella misura in cui aumenterà la pressione politica da tutte le latitudini sull’amministrazione del presidente estadounidense Barack Obama”, ha commentato  Lapsley.

“Salutandolo ho augurato a Gerardo di stare presto al fianco della sua amata Adriana a passeggio sul Malecón de L’Avana”, ha indicato Padre Lapsley, che è Vicepresidente del Consiglio delle Chiese  del Sudafrica.

Alan Michael Lapsley è sudafricano nazionalizzato. È nato in Nuova Zelanda e fu ordinato sacerdote in Australia, dove si uni all’ordine  religioso Società della Sacra Missione.

Nel 1990, vivendo in esilio in Zimbabwe, ricevette  una  bomba carta inviata dalla polizia politica  dell’apartheid e perse le due mani e un occhio per l’esplosione.

Al suo ritorno in Sudafrica nel 1992, Lapsley aiutò a fondare l’Associazione  Amici di Cuba.

Ha ricevuto la Medaglia dell’Amicizia concessa dal Consiglio di Stato di Cuba, tra le varie distinzioni. (Traduzione GM - Granma Int.)
 

STAMPARE QUESTO MATERIALE


Direttore Generale: Pelayo Terry Cuervo / Direttore Editoriale: Gustavo Becerra Estorino
Granma Internacional Digital: http://www.granma.cu/
E-mail informacion@granmai.cip.cu

Spagnolo | Inglese | Francese | Portoghese | Tedesco
© Copyright. 1996-2013. Tutti i Diritti Riservati. Granma Internazionale / Digitale. Repubblica di Cuba

Subir