Prigionieri Politici dell'Impero| MIAMI 5  

     

C U B A

  L'Avana. 2 Ottobre 2012

   

Capitolo 3.2
I danni agli investimenti stranieri

3.2  I danni agli investimenti stranieri

Le stime dei danni allo sviluppo degli investimenti stranieri a Cuba si riscontrano principalmente, come negli anni precedenti, nel rapporto sugli Investimenti nel Mondo pubblicato dalla Conferenza delle Nazioni Unite per il Commercio e lo Sviluppo (UNCTAD) e nel rapporto“L’investimento straniero diretto per l’America Latina e i Caraibi” della Commissione Economica per l’America e i Caraibi (CEPAL) per il 2012, nei quali si relazionano i dati riferiti al 2011.

Nella relazione della  CEPAL, diffusa nel maggio del 2012, l’America Latina e i Caraibi sono la regione con la maggior crescita degli Investimenti Stranieri Diretti ( IED in spagnolo) a livello mondiale nel 2011. I flussi di IED alla regione, sono aumentati del 31% rispetto all’anno precedente, raggiungendo i 153.448 milioni di dollari.

Pera la determinazione della stima di flussi d’investimenti che Cuba riceverebbe se non esistesse il blocco, si è partiti dall’analisi dei flussi provenienti dagli Stati Uniti che ricevono i paesi selezionati, oltre che dalla percentuale che rappresentano questi flussi sulle entrate totali ricevute da questi paesi nel 2011.

Il compendio dei paesi selezionati è stato stimato sulla base di economie paragonabili a quella di Cuba e con caratteristiche similari in quanto alle condizioni geografiche e socio-culturali, con speciale enfasi sulla destinazione settoriale dei flussi ricevuti.

Nella tavola  seguente si mostrano i flussi degli investimenti stranieri totali e degli Stati Uniti, ricevuti dai paesi selezionati nel 2011 in milioni di dollari.

Paesi      

Flusso di IED Totale(milioni di dollari)

Flusso de IED provenienti dagli USA (milioni  di dollari)

Por cento che rappresentano quelli  proveniente dagli USA del Totale

Costa Rica: 2104.1 -  1282 - 60.9

Honduras: 1014.4 – 291 - 28.7

República  Dominicana: 2371.1 – 459 - 19.4

Colombia: 13234.2 – 507- 3.8

Nicaragua 967.9 – 159 - 16.4

Fonte: Elaborazione propria con dai estratti dal Panorama regionale degli investimenti stranieri diretti in America Latina e Caraibi.  Commissione Economica per l’America Latina e i Caraibi (CEPAL), 2011.

A partire dalle analisi di questi dati, si può concludere che Cuba avrebbe potuto ricevere flussi di IED provenienti dagli USA equivalenti a 350 milioni di dollari approssimativi.

Tra i settori più colpiti per le restrizioni che il blocco  impone agli investimenti stranieri, ci sono quelli prioritari dello sviluppo economico e /o delle esportazioni di beni e servizi in Cuba, come il petrolio, il turismo e la biotecnologia.  

Imprese come la SHERRIT INTERNACIONAL CORP., con investimenti nel settore del petrolio e le miniere, hanno scontato il valore delle loro azioni per l’impossibilità di accedere al mercato e al capitale degli Stati Uniti. I dirigenti di questa compagnia sono stati inseriti nella lista dei dirigenti di imprese non eleggibili per entrare negli Stati Uniti,  assieme a quelli di  tre compagnie fondamentali relazionate con la Sherrit, che commerciavano con Cuba (la Moa Níckel S.A, la Cobalt Refinery Co. Inc e la International Cobalt Co).

Il settore del turismo si mantiene come uno dei principali motori di forza dell’economia e lo sviluppo cubano. Al termine del 2011 sono giunti a Cuba 2 milioni 708.964 visitatori, cifra che supera del 7,3% quella del 2010. La necessaria espansione di questo settore

necessita continuare il suo sviluppo con opportunità di partecipazione per gli investitori stranieri in infrastrutture alberghiere ed extra-alberghiere, così come nella costruzione di campi da golf, tra le altre attività. A queste opportunità non possono accedere le imprese degli Stati Uniti, con una grande presenza nel ramo alberghiero e forti investimenti nella regione e nei Caraibi, per via della proibizione del blocco.

Nonostante la vasta esperienza di Cuba nel settore della biotecnologia, che raggiunge gli standard dei paesi più sviluppati, questo settore è stato fortemente colpito nella sviluppo di progetti d’investigazioni congiunte, date le limitazione esistenti per lo stabilimento di alleanze strategiche con imprese statunitensi leaders del settore. 
 

STAMPARE QUESTO MATERIALE


Direttore Generale: Lázaro Barredo Medina / Direttore Editoriale: Gustavo Becerra Estorino
Granma Internacional Digital: http://www.granma.cu/
E-mail informacion@granmai.cip.cu

Spagnolo | Inglese | Francese | Portoghese | Tedesco
© Copyright. 1996-2012. Tutti i Diritti Riservati. Granma Internazionale / Digitale. Repubblica di Cuba

Subir