Prigionieri Politici dell'Impero| MIAMI 5  

     

N U E S T R A   A M E R I C A

 L'Avana. 10 Novembre 2014

 

Il cardinale di Cuba contro il
blocco degli USA

Il cardinale di Cuba, Jaime Lucas Ortega y Alamino, ha detto a  Panama che la fine del  blocco imposto all’Isola dagli Stati Uniti sarebbe un motivo di grande allegria per i cattolici.

Di fronte alla possibilitŕ che nel Vertice delle Americhe del 2015  si raggiunga un consenso di tutti i paesi dell’emisfero per far terminare il blocco imposto a Cuba, il religioso ha risposto alla DPA: “Evidentemente questa  č una cosa che desideriamo”.

Il governo de L’Avana definisce disumano il blocco imposto dagli USA a Cuba dal 1960, che ha provocato all’Isola dei Caraibi perdite economiche superiori  ai 900.000 milioni di dollari.

Pochi giorni fa 188 paesi del mondo hanno votato contro il blocco, mantenuto unilateralmente da Washington.

Il cardinale Ortega y Alamino ha ricevuto venerdě 7, un dottorato Honoris Causae nell’Univeristŕ Cattolica  Santa María La Antigua a Panamá per il suo operato apostolico.

Il prelato nel suo discorso ha ricordato la visione umana della Chiesa  emanata dalla V Conferenza Generale dell’Episcopato Latinoamericano, convocata dal Papa Benedetto XVI ad  Aparecida, in Brasile, nel 2007.

Il presidente panamegno, Juan Carlos Varela, ha detto che il cardinale guida la chiesa di cuba e lo ha descritto come una persona molto importante nella vita quotiadiana del popolo cubano.

il presidente Varela ha sottolineato che č molto importante mantenere i vincoli con il cardinale Ortega in vista degli avvenimenti del prossimo anno, tra i quali il VII Vertice delle Americhe a Panama, al quale Cuba č stata invitata. (Traduzione GM -Granma Int.)
 

STAMPARE QUESTO MATERIALE


Direttore Generale: Pelayo Terry Cuervo / Direttore Editoriale: Gustavo Becerra
Granma Internacional Digital: http://www.granma.cu/
E-mail informacion@granmai.cip.cu
 

Spagnolo | Inglese | Francese | Portoghese | Tedesco
© Copyright. 1996-2013. Tutti i Diritti Riservati. Granma Internazionale / Digitale. Repubblica di Cuba

Subir