Prigionieri Politici dell'Impero| MIAMI 5  

     

C U L T U R A

  L'Avana. 11 Dicembre 2014

   

La messa a fuoco dell’accesso alle tecnologie della comunicazione in Cuba

Abel Prieto ha conversato con i giovani  dell’Università de L’Avana.

Nuriem De Armas 

 

“L’accesso a Internet e alle nuove tecnologie della comunicazione in Cuba dovrà avere una messa a fuoco verso la formazione e la cultura”,  ha detto l’assessore del presidente cubano Raúl Castro, Abel Prieto.

“L’Isola non teme la tecnologia”, ha affermato Prieto in un incontro con i giovani dell’ Università de L’Avana ed ha ricordato che il piano d’insegnamento sviluppato inCuba vuole rendere di massa la conoscenza della computazione.

Poi ha invitato tutti i giovani a utilizzare i mezzi che offrono i passi avanti tecnologici, per trasmettere un messaggio portatore di cultura.

“La tecnologia non è nè cattiva nè buona”, ha affermato ancora.

L’incontro si è svolto nel salone  Sanguily dell’Università de L’Avana, con la partecipazione del vice ministro dell’Informatica e le comunicazioni, Wilfredo González, che ha assicurato che qui non esiste una politica di governo che impedisce lo sviluppo, ma che le condizioni economiche sono quelle che lo ostacolano.

Nell’Isola esiste una breccia digitale tra il posto 14 che occupa, secondo le statistiche dell’ Organizzazione Internazionale delle telecomunicazioni nella formazione delle persone che hanno conoscenze delle nuove tecnologie e il numero 153 tra 157 paesi per le difficoltà per accedere alle stesse. Inoltre si deve insistere nello sforzo che si  realizzano nella nazione per avanzare nelle possibilità d’accesso a questi servizi.

L’ex agente degli organi di sicurezza dello Stato cubano, Raúl Capote, ha analizzato le banalità e le superficialità che genera il consumismo a proposito degli strumenti moderni che rendono possibile l’accesso a queste nuove forme di comunicazione.

Capote ha parlato della necessità d’evitare queste manifestazioni nei giovani cubani, per approfittare di questi passi avanti per avere un “Uomo Migliore” capace di scambiare sentimenti, perchè  nella misura in cui non comunichiamo, diventiamo più vulnerabili”, ha affermato. (Traduzione GM - Granma Int.)
 

STAMPARE QUESTO MATERIALE


Direttore Generale: Pelayo Terry Cuervo / Direttore Editoriale: Gustavo Becerra
Granma Internacional Digital: http://www.granma.cu/
E-mail informacion@granmai.cip.cu

Spagnolo | Inglese | Francese | Portoghese | Tedesco
© Copyright. 1996-2013. Tutti i Diritti Riservati. Granma Internazionale / Digitale. Repubblica di Cuba

Subir