Prigionieri Politici dell'Impero| MIAMI 5 

     

C u b a

                                    L'Avana. 3 Febbraio 2015

 

Fidel è un fuori serie

Perchè tutta Cuba è ansiosa di sapere e perchè anch’io desidero enormemente poterlo raccontare, questa è la storia di quando un giovane universitario del 2015, presidente della FEU dell’Università de L’Avana, ha conversato personalmente con il leader storico della Rivoluzione Cubana.

Randy Perdomo García – testo e foto


Fidel Castro y Randy Perdomo presidente de la FEU

Tutto è cominciato con la sua telefonata all’Ufficio della FEU dell’Università de L’Avana, il 22 gennaio  alle 21.20 . Anche se quel momento atteso era stato preceduto da un annuncio,  è stato emozionante sentire vicina quella voce tante volte udita di lontano.

“Randy, come stai?”

“Comandante, bene. Non posso credere che converserò con lei”.

Lui ride e mi ringrazia per il messaggio che gli ho fatto avere. Lo ha letto varie volte. si riferisce al nostro progetto di festeggiare i 70 anni dal suo ingresso nell’Università, con una giornata d’amore e d’impegno. Lo noto pieno di entusiasmo quando mi annuncia la sorpresa e m’invita ad una conversazione personale il giorno dopo.

Abbiamo parlato di più quella notte: circa 50 minuti. E sembrava così spontaneo, come se noi due si fosse seduti nel Salone dei Martiri. che ha ricordato varie volte come luogo di riunioni della sua epoca nella FEU.

“Sono già passati 70 anni dalla mia entrata nell’Università, si compiono il 4 settembre”, mi dice.  Conversiamo con allegria come due compagni di classe, lui con la sua impressionante semplicità, cercando di farmi sentire in condizioni uguali. 

Io, da parte mia, senza potermi spiegare totalmente la sorte straordinaria che mi ha fatto vivere questo istante unico. Inquieto e preoccupato, anche, pensando di rispondere al  “bombardamento” di domande alle quali  questo conversatore audace sottopone i suoi interlocutori.

Ha voluto sapere delle facoltà dell’Università e della Casa Studentesca, com’era prima di trasformarsi in Casa della FEU, alla quale appartenne e in che anno c’è stato il cambio.

Io ho cercato di rispondere a tutto, cosciente che non siamo mai completamente preparati per dare tutte le risposte che esige un dialogo di questa indole. Non era un esame e a volte lo era.  Io necessitavo trasmettere molto a nome della gioventù universitaria e quella pressione era lì, anche se lo spirito della conversazione quasi mi faceva dimenticare tutto.

Si è interessato  all’ubicazione attuale di tutte le facoltà nell’Università, e parlando di quella di Fisica, che era di Architettura, ha ricordato emozionato  José Antonio Echeverría.

Gli ho spiegato che ora Fisica si trova nell’Edificio Varona e mi interrompe.

 “L’edificio di Pedagogia”, dice e comincia da lì ad indagare sulle aule.

Proprio quando io ricomincio a sudare per il timore di non avere tutte le risposte., lancia la domanda che meno mi  aspettavo : “Vieni qui Randy, quante sedie ci sono in un’aula di questa facoltà di Fisica?” Sono impressionato da questa sua curiosità infinita e dalla sua necessità e dalle ansie di sapere al dettaglio come funziona il mondo.

Gli spiego che condividono l’edificio gli studenti di distinte nazionalità che imparano lo spagnolo in Cuba: cinesi, nordamericani, vietnamiti... Allora commenta: “Ma non mi dire, anche cinesi?” e mi ricorda nei particolari i programmi di questo accordo con la Repubblica Popolare della Cina.

“E come si organizza il Consiglio Universitario dell’Edificio Varona con la facoltà di Fisica e gli studi per imparare lo spagnolo?” insiste.

Gli commento che è provvisorio, sino al termine della costruzione dell’edificio di Fisica. Allora il Varona sarà il Centro della Convenzioni della Collina Universitaria.

Riesco a fare dei commenti sulle attività della giornata che prepariamo noi universitari per commemorare il 70º anniversario della sua entrata in questa casa di alti studi.

Gli anticipo che è una nostra idea anche la scalata del Turquino.

“È speciale  Randy, preparatevi Ti racconterò aneddoti, quando ci vedremo, della nostra esperienza sulla Sierra”.

Non voglio tacere alcun dettaglio e gli dico che visiteremo anche la sua casa natale.  Risponde con un lungo silenzio che rompe per indagare come vanno i miei studi di filosofia, a che anno sono  della facoltà e cosa pensa la mia famiglia di quello che faccio.

Poi vuole sapere come si organizza la FEU nell’Università.

Gli descrivo l’appoggio del Rettore e dell’Università nel miglioramento delle condizioni di vita e dell’infrastruttura, delle residenze degli studenti, delle facoltà e della ristrutturazione dello Stadio universitario, noto a quelli della UH come il SEDER.

Con una precisione che stupisce, dettaglia ogni luogo in questo stadio universitario, e quando gli parlo di tutti i preparativi per i Giochi dei Caraibi, si nota che conosce la Collina come il palmo della sua mano. Si potrebbe dire che sa ubicare ogni sanpietrino della casa di alti studi.

Poi s’interessa sull’Aula Magna, per l’organizzazione delle attività del 162º anniversario della nascita di José Martí, del concerto del maestro Frank Fernández e della presentazione della convocazione per il 70º del suo ingresso all’università,  salutandomi. “Un abbraccio, domani ci vediamo”,  e io resto quasi ipnotizzato.

Il mio sogno non è ancora divenuto una realtà.

Fidel non è al telefono  Venerdì 23 gennaio. È quasi ora di cominciare l’incontro mensile del Consiglio della FEU dell’Università de L’Avana nel Salone dei Martiri della Collina Universitaria.

Mi scuso per non poter stare lì  e assicuro che nei prossimi giorni l’Università de L’Avana sarà scenario di una notizia di grande allegria per tutto il nostro popolo e d’importanza mondiale.

Saluto Henry, il segretario della UJC nell’Università, che anni fa ha avuto l’onore di conversare con il  Comandante.

Sono molto puntauali color che mi vengono a prender epe rportarmi davnti a fidel  Autisti notloamabaili che sanno trattre i miei nervi e li clamanao  evidentemente solidali con lamia tensione difornte allorpospettba el miorimo incontro perosnle con Fidel Conversanao sulle nostre rispettive province loro sosno di ssantaigo di cuba  eio di matanzas.

Poco dopo l amacchina si ferma e pronuncio le parole che ho atteso con tensione e ed emozione Sei arrivato già ala casa del omandnate  e nonsra`pe runistante perhceparleò onfidel pe più di tre ore sulelpaorta dl fierdino aspetta dalia su amoglie La offro un fiore che riceve ringraziandomo  inmodospecie e mi acompagna sino ad unaporta di veto pochi metro dopo dietro mi aspetta il Comandante Randy mi saluta gioviale ma guarda come assomigli  a Echeverría…!

 Comincia la conversazione di qustso pomeriggio con  Fidel. E già nonè pe rtelfono ma a pochi metro ome foss eunamio compagno habitúale di conversaione Combatto l ami aemozione per poter ricordare con precisione ogni fatto mi fa vedere la racolat del su eriflessioni e si rfeisce ad alcune leggendo idee  opagineinetere Mi raccota che di qusta edizione sosnostatistampati 500  volumi  accompagnati da una catalogo con idisegni di Rancaño.

Il temo trascorre mentre ripassiamo molt temi Cerco di fissare tut i dettagli del aus agrandezza e nongli lev gli occhi d’addosso lui convocandomi sempre allaconsocenza tnete le redini della conversazione Nonsemto dipensar ein come le circostanze della sierra del aguerra e le sfride attauali posono plesmare un uomo in modo così speciale.

Mi fa commenti si atronomia Delhi osrevatori del mondo Insiste suella necessità dello sviluppo del scenze con unica forma per far dominare linetlligenza del arelazione d qusta materie con economia e del auqlaiatà del aformaione di qustai profesionsiti nell euniveristà inoltre parle pieno d enusiamso dela donazione allao Zoo naionale di Cuba dispecie anmali dlla namibia e del suoinetress epe rl anuovo tipo di trasferimento.

Persiste nel suo richiamo sull’ettenzione all produzione Delhi alimeni per gli esrei umnai e animeli e mostra fotografie della smeina dipaiante conela uqle fa espeirmenti Mi parla di varie sementi de loro costsi e del aloro importanza della siatuzione dei combustibili sulla scrvanaia decine di messaggio di stampa racolti in una cartella vedo d aicivno e constatao il suo legegndario inetersse desr einformato su tutto dei fatti naioanli e inetrnaionalai si ferma inpartcicolare nella lectura di  dipsacci resentí con iuninforgrafia del acatena Rusia Today su qual enaizonale onstrbui di più alla disfatta dela germanaza nel 1945 per anni la maggioranza del europei ricosvenla URSS ma di recente i datisisonorovesciai e si attribuisce agli Stati uniti parlmao anche di lui della sua ginastica quotidina delal limentazione coerrttta conitnuo a noncreder che sosno al fianco dell uomo che ha fatto dipiù per l’otteniemnto dei relaizoani di giustizia tra gli uomini e ch eh acopeto la meraviglia di vedere discretamente dal ricordo del passato che cos’`il futuro si ricord aben ch eio sono di Matanzas Non lo tralascia e m chiede di raccoatrgli come sipraticnao gli sports nel amia città senza dami troppo tempo per pensare mi fa una domanda sule propsettibe del squadra di pelota di matanzas conla conduzione di Victor Mesa e del allegria e l’emozione che impregna la serie nazionale Poi si riferisce al altre squadre presneti inqusta Serie e all sfide dessre matanazero  stare nel apciatale ch edifend etato la su apropai asquadra Ridiamo insieme e ioammiro qsuato amore per lo spor che ja semre dimostratao poi parla della rivolzioni che vongonocotro la filosofia odmindate e mi comenta che nonsipuòsmetere di ceredere iloro prhce ogi rivolzion termina pe rnacsere Inunmomentospecile di riferssce al Venezuela e paral con agrande emozione di Chávez y de Maduro.

fa commenti sul Nicaragia e limpegnodi Danie Ortega  sua mogli enello sviluppo di qusta picola nazione  Trnando l atema della nostra università gli mostro una catalogo e peroriamo nella mapa ytuti iluoghche ricorda lacaffettira del afaocltà di diritto miraccota alcuni dettagalai della costruione  sull’ubicazione  un altro luogo significativo per lui e mi chiede di raccontargli delle facoltà della Collna e dquell ache attualmente sono al di  fuori. ricorda i tempi pieni di sfida  della sua formazione e gli storici incontri con gli studenti universitari dopo il trionfo della Rivoluzione. 

 Gli mostro una serie di sgenti a lui e m chiede chi li fa Gli rispondo ch eèuno studente che si chama Randy poereira e che frequenta il quarto anno d Comunicazioni Allora sinterssa per spare dove stampaiamao i manifestsi e le magiotette perhc`eio ne porto una con il simbolo dei Giochi dei Caraibi.

Nonm enevado senz alscirlri una foto di Herny attuale sgeratrio della UJC del auniveristà e di Indira ch elavoara nella direzione dellestnsioneuniveristaria  du egiovnai che nel 2010 gli hannoconsgenatao quella su foto che dice qusonodiventatao unrivolzioanrio leggo la convocazione all Giornata per il 70º anni del suo inegreso al università e gli commento su gliinvitatai che cisranno e sul modincu abbmao concepito l’inocntro.

Sfolgiamo anche con interesse una copia del giornale Resume Latinoamericano, dedicato ai  Cinque. Emozionato, percorre i visi di  René, Fernando, Tony, Gerardo e Ramón, e si ferma sulle caratteristiche di ognuno delgi Eroi  sembra che m ne vado ma irpende l aocnversazione sulle nuove forme di arrestare albcunemalattie tra l equali i l diabete con la produzione di alcuni alimen natuaralai del arelazione di Cuba conlafrica dalcontrbuito alla indiendpenza dei suoiapesi la fine del aparthied e lattuale contributo die medici cubnai alla lotta contro lebola E ringrazio adi dentro ch equstao momento non termin ancora.

Finalmente mi mostra alcune pagaine d tem che studia inquetso moemtno e tr aqusta uno sul banco centarle di Cuba concostsi dialimenti mtall dbase  aprezosis lozucchero lenergia iltasoo di intersse  nonmi lascia andare via senza giaradre undisco ch egli hoporttao inergali conle imamginidelgi studenti del Universita del navaa da corciea Seetsra en el mar he hanovistatai ilapes ne mese di dicmebre.

Si interessa su come fiu linoctro con i colegí nordamericnaia indga sulprograam di attività gardando l eimmagainai  nonso perhcè ma vedo fidel differenete molto piùvicino di quello ch epensavao Limmagine d i alcuni studenti nordamericani  senza la maglietta, con scritto Cuba sul petto.  lo rendono più allegro ed entusiasmato  arroba ilmomento dandare ia ci salutiamo nellsotile tradizionale prima ma poi vuole conoceré unmodo piùattaule gli  insgenoallora quelo ch eprovimao olto volate coni nsotr soci piùgioavneile e defrenete  e la su ainsistenz ae tanta che loapprende e lo paratc avarie volete sino ach eifnalmente diciamo hasta luego cammino nuovamnte pe rl emie tsrade  pensó cinquillo che ho visuto portoocnme inetsamante un Fidel pieno divita che ha converatao con me animenatamente e intelligenetemente conla smeplictà ch eimmaaginavo ma qonqust acapacità infinta disoprendere  penso inunoscritore e trovo una frase che riasue quello ch esento se la vera grandezza l’ uomo la può trovare solso nelregeo diqustsomodno non poso fare amenodivederl anlui he ha slaito lo sclainopiùalto del aspeci eumana per trasfrosi in una leggenda.

dopo dversi giorni lemozione mi inumidisce ancora gli occhi continuo a vederlo davanti a ae tanto vivo von tanta energia e chiarezza brlandosi con quel qusta ivtalaità doloro cheno preteso ci far ceredre ch enonc’era più lo poso anocransar ementre di lisci alabarda analizzando chisa quante cose.

Nonh asmeso dessre unostudente unveristaraio Inunamabinet efamileire e cordiele conilsuosguardi che va al dilà del apparenza mi ha fatto avvicinare al suo infito srgente dinetegenza e io quas mispavento nel vedere  tuttoquloc miresta da studiare  aimaparare Lo ringarziao alloa per riverlemei qusta verità e damri una guida oe rintendere come cudurm per linesplorato con curiosità e abilità aver occupato una parte del suo tempo è l’omnore più grande ch emai ricevuto per l anostra FEU e la nostra Università del vana ho visuto qusta eccezionale opportunità sonosteo insonne per lallegri aper diverse notti pe lrimpazinete desiderio di tornare  aocnversare colui...

 implicito in tutto al dilà d quello che si può dior nvalainsgenamento del umiltà della fiducia n noi stesi nel futuro dell apatria la certezza che squstao incontro è la coninuta deii piùdoveri di maggior impegenei  fidel conino nel as marci aosctanate al ritomo del nostro etmepeo cone simblo immortale come etrenogiovane univeristaraio Nonposso riferire tuto conle parole perhcpe ancora credo si astato un sogno lessenza de miracoli è inafferrabile per quanto  la si rcerchi Fidel è un fuori serie” ( Traduzione Gioia minuti)

STAMPARE QUESTO MATERIALE


Direttore Generale: Lázaro Barredo Medina / Direttore Editoriale: Gustavo Becerra Estorino
Granma Internacional Digital: http://www.granma.cu/
E-mail informacion@granmai.cip.cu
 

Spagnolo | Inglese | Francese | Portoghese | Tedesco
© Copyright. 1996-2012. Tutti i Diritti Riservati. Granma Internazionale / Digitale. Repubblica di Cuba

Subir