Prigionieri Politici dell'Impero| MIAMI 5  

     


CUBA
NuestrA America
ESTERI
SPORT
CULTURA

 

SUPPLEMENTOS

La Legge 118
• Approvata a Cuba la Legge dell’Investimento straniero


Gabriel García Márquez


“Ci sei o non ci sei?”

Un prologo che è un
nuovo capitolo...


L'America Latina
e i Caraibi hanno unito le voci a L'Avana

 



COMUNICATE
CON I
CINQUE EROI


RIFLESSIONI   FIDEL
- Il dovere d’evitare
una guerra in Corea


Cuba contro
il Blocco

Intriduzione
Capitolo-1 / Capitolo-2
Capitolo-3 / Capitolo-4
Capitolo-3-2 /Capitolo-3-3
Capitolo-3-4



         Capitolo
1 | 2 | 3 |
4 | 5 | 6
7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12
13 | 14 |
15 | 16 | 17
1819 | 20 | 21 | 22

23 | 24 | 25

- PAROLE DI FIDEL 
 

SPECIALI IE GI
-
Conversazioni con
Fidel Castro: I pericoli
di una Guerra Nucleare


• 
Fino alla
   Vittoria Sempre

Sito Web di Ernesto CHE Guevara
di una Guerra Nucleare

A giro di Posta
avuelta@granmai.cip.cu

 

 

S U P P L E M E N T O

   

  La Legge 118
Approvata a Cuba la Legge dell’Investimento straniero
• Entrerà in vigore dalla fine di giugno

L’Assemblea Nazionale di Cuba ha approvato la nuova Legge d’Investimento straniero

Rafael Arzuaga

• Sabato 29 marzo, nel Palazzo delle Convenzioni de L’Avana, i parlamentari cubani presenti nella sessione straordinaria della VIII Legislatura dell’ Assemblea Nazionale del Potere Popolare, hanno approvato all’unanimità la nuova Legge d’Investimento straniero, conseguenza di un processo precedente di consultazioni di deputati, specialisti, organismi, entità e istituzioni docenti relazionate con questa materia.

L’Assemblea Nazionale di Cuba ha approvato la nuova Legge d’Investimento straniero

Dal 15 al 19 marzo è stata realizzata una delle parti del cronogramma di discussione della prima stesura  della Legge, con cinque riunioni in vari punti del paese alle quali hanno partecipato 575 dei 612 deputati (il 92 per cento) e vari invitati, e nelle quali sono state presente  47 proposte che hanno portato a 7 modifiche del progetto originale.

La nuova norma, approvata in una sessione presieduta dal Generale d’Esercito Raúl Castro Ruz,  offre garanzie al finanziatore straniero, e mantiene il rispetto e la difesa della sovranità di Cuba sulle sue risorse umane, le risorse naturali, tecnologiche e di mercato nei settori della produzione e dei servizi, perchè così è stato indicato e approvato dai deputati.

Al rispetto, Rodrigo Malmierca, ministro del Commercio Estero e dell’Investimento straniero, è stato preciso: “La Legge d’Investimento Straniera e le sue norme complementari attrarranno il capitale straniero  con regole chiare e rispetto delle sovranità della nazione con beneficio mutuo”.

Il suo primo obiettivo, così esposto nel documento è rinforzare lo sviluppo economico e sociale cubano, che contribuisca all’impegno del Governo di elevare la qualità di vita di tutto il popolo.

“Si tratta – ha detto  Malmierca-, di realizzare una cornice legale che accompagni e garantisca con totale trasparenza l’investimento straniero, con l’obiettivo di sviluppare l’economia nazionale.

”Secondo il vicepresidente del Consiglio dei Ministri Marino Murillo, in una presentazione precedente l’inizio della discussione finale, “Cuba necessita  circa  2.500 milioni di dollari annuali in investimenti per stimolare uno sviluppo che divenga prosperità e  sostenibilità per il suo progetto socio economico socialista.

Murillo ha assicurato che c’è la necessità di sedurre il capitale straniero, per elevare il tasso di crescita media della nazione durante l’ultimo decennio, che è del 1.8%, quasi la metà del ritmo medio dell’America Latina.

Per l’economista: “Il piano di crescita di Cuba per il 2014 è del 2.2 per cento e lo si può ottenere, ma la cifra è inferiore al cinque o al sette per cento che è necessario, e al quale si può giungere se si implementa, com’è dovuto l’investimento straniero diretto.

Ben pensato e realizzato, l’investimento di capitali nella nostra economia non significa in nessun modo che stiamo regalando le ricchezze e le risorse dell’Isola”, ha specificato Murillo

In un momento del dibattito, Rodrigo Malmierca Díaz, ha assicurato che a nessun cittadino del mondo è proibito investire a Cuba, commentando che i cubano-americani possono iniettare capitali all’economia cubana.

“Sempre che si tratti di persone che non hanno posizioni  avverse al processo rivoluzionario, e che non siano vincolate alla mafia terrorista miamense. Inoltre devono offrire possibilità in accordo al ventaglio degli investimenti che abbiamo già o che offrono affari di concreto interesse per il paese “ ha chiarito.

“Nell’Assemblea, d’altra parte, si è giunti al consenso che si applichi un meccanismo per informare e orientare con dettagli gli interessati che giungono a Cuba con il desiderio d’investire, per evitare frodi, distorsioni o errori irreversibili.

Rodrigo Malmierca, ministro del Commercio Estero e l’Investimento Straniero



Per realizzare l’obiettivo di attrarre investimenti dall’estero, Cuba presenterà e promuoverà in distinti spazi  espositivi e supporti tecnici, il suo ventaglio di progetto integrali per incatenare realmente i processi produttivi e, tra i più ambiziosi, modernizzare e creare  infrastrutture, contribuire al cambio della matrice energetica, produrre alimenti, creare posti di lavoro, captare metodi di gestione, servirsi di tecnologie competitive e approfittare di nuovi mercati.

Questa politica sarà orientata, nei primi termini, allo sviluppo agricolo e forestale e alla crescita del commercio all’ingrosso, le industrie, il turismo, la costruzione e la bio-tecnologia, più i settori dell’energia, le miniere e il trasporto. Per questo si è ampliato il ventaglio dei progetti  aperti all’investimento e darà priorità allo sviluppo della Zona Economica Speciale di Mariel”.

I deputati, nelle discussioni precedenti ed oggi, sabato 29 marzo, indistintamente hanno dichiarato che è necessario che l’impresa statale  socialista guadagni prestigio creditizio, stabilità economica e che chi decide agisca con totale trasparenza in tutti gli ordini, per poter affrontare le possibili campagne di tergiversazione della Legge.

In questo modo si sono pronunciati per superare la situazione di indebitamento interno, risolvere la scarsità di divisa e non ripetere gli errori commessi nell’applicazione della Legge precedente.

La nuova legislazione  autorizza anche, con carattere eccezionale, l’investimento straniero nelle organizzazioni economiche di proprietà non  statale con personalità giuridica, assieme alle società mercantili a capitale cubano.

Si mantiene l’eccezione all’investimento nei servizi di salute e d’educazione alla popolazione e di tutte le istituzioni armate, salvo nei loro sistemi d’impresa.

La Legge, che entrerà in vigore 90 giorni dopo la sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale di Cuba, è stata considerata dai deputati una garanzia di sicurezza e protezione per il finanziatore, che potrà disporre di  forza lavoro qualificata  e capace di utilizzare  nuove tecnologie in un territorio quasi completamente elettrificato, in un paese stabile socialmente e con processi d’integrazione che lo collocano al centro di importanti rotte  commerciali.

Il presidente del Parlamento cubano, Esteban Lazo, ha segnalato il processo democratico  che ha preceduto il processo di preparazione della legislazione, e che questo faciliterà la sua strumentazione e una felice applicazione.

Inoltre ha segnalato il valore di nuovi strumenti legali per lo viluppo futuro della nostra economia, con l’obiettivo fondamentale d’attualizzare e consolidare il socialismo cubano. •

Continua...
 

STAMPARE QUESTO MATERIALE


Direttore Generale: Pelayo Terry Cuervo / Direttore Editoriale: Gustavo Becerra Estorino
Granma Internacional Digital: http://www.granma.cu/
E-mail informacion@granmai.cip.cu

Spagnolo | Inglese | Francese | Portoghese | Tedesco
© Copyright. 1996-2013. Tutti i Diritti Riservati. Granma Internazionale / Digitale. Repubblica di Cuba

Subir