Prigionieri Politici dell'Impero| MIAMI 5  

     

S P O R T

  L'Avana. 17 Settiembre 2014

    

Mijaín è tornato in Patria con l’oro negli occhi
• Il lottatore si è mostrato soddisfatto d’aver conquistato la medaglia d’oro nei 130 Kg. nel mondiale di Tashkent, in Uzbekistán

Harold Iglesias - Foto: Ricardo López Hevia

 Con la fronte alta, il cinque volte campione del mondo, il più solido esempio per gli altri sportivi cubani, è tornato in Patria il gladiatore dello stile greco romano Mijaín López, dopo  la sua vittoria nel recente  Mondiale di Tashkent, Uzbekistán.


Mijaín parteciperà ai Centroamericani di Veracruz.

“È stato un torneo di grande qualità, ma io dovevo soprattutto ratificare la mia condizione di miglior lottatore del mondo, dopo l’operazione al gomito.  La preparazione è stata eccellente e ho potuto combattere usando lo sbilanciamento come principale risorsa.

Questa medaglia la devo a mio figlio, a mia moglie e al popolo di Cuba. È quella che conferma il  primo passo per continuare a cercare di vincere l’oro, sino a Río de Janeiro, nel 2016”.

Con  Mijaín sono tornato i suoi compagni di squadra  Ismael Borrero (quinto nei 59 Kg.) e Pablo Shorey (eliminato negli  85 Kg.), oltre all’allenatore Pedro Val e  la squadra di pallavolo maschile.

Roberto León Richard, primo vicepresidente del INDER, ha dato il benvenuto a Mijaín e lo ha segnalato come: “La scintilla del movimento sportivo cubano e della nostra gioventù” ed ha incitato tutti a lottare per preservare il primo luogo nella regione nei prossimi giochi Centroamericani e dei Carabi di Veracruz. (Traduzione GM- Granma Int.)
 

STAMPARE QUESTO MATERIALE


Direttore Generale: Pelayo Terry Cuervo / Direttore Editoriale: Gustavo Becerra
Granma Internacional Digital: http://www.granma.cu/
E-mail informacion@granmai.cip.cu

Spagnolo | Inglese | Francese | Portoghese | Tedesco
© Copyright. 1996-2013. Tutti i Diritti Riservati. Granma Internazionale / Digitale. Repubblica di Cuba

Subir