Prigionieri Politici dell'Impero| MIAMI 5  

     

R I F L E S S I O N I   F I D E L

 L'Avana. 11 Giugno 2012

 

Le Riflessioni del compagno Fidel
Giorni insoliti 

Con il titolo  “L’ assassino in capo”, il  7 giugno del 2012, in un sito di Internet si afferma: “…non solo eleggeranno un presidente degli USA ma staranno eleggendo anche un assassino in capo”.

“Grazie ad un lungo articolo del  New York Times di Jo Becker e Scott Shane, ‘Secret ‘Kill List’ Proves a Test of Obama’s Principles and Will,’ (Lista segreta degli omicidi, prova dei principi e della volontà di Obama) adesso sappiamo che il presidente ha passato una quantità di tempo controllando  la “nominación” dei presunti terroristi, per assassinarli con il programma dei drones [aerei senza equipaggio telecomandati ] che ha ereditato dal presidente George W. Bush e che ha diffuso notevolmente.”

“Il linguaggio dell’articolo sul nostro presidente guerriero […] si concentra nei dilemmi  di un uomo che, come adesso sappiamo, ha approvato e controllato la crescita di un programma di omicidi notevole e poderoso in  Yemen, Somalia e Paquistan, basato in una “lista di assassinii”.

Inoltre lo ha fatto regolarmente obiettivo dopo obiettivo, nome dopo nome  […] Secondo Becker y Shane, il presidente Obama è anche stato coinvolto nell’uso di un metodo fraudolento di conteggio degli omicidi con i drones, che minimizza la morte dei civili 

“ Parlando storicamente, tutto questo appare abbastanza strano. Il  Times definisce il ruolo di  Obama nella manovra degli assassinii  con i drones ‘senza precedenti, nella storia presidenziale’. Ed è così.”

“‘È il più strano de rituali burocratici: più o meno ogni settimana si riuniscono più di 100 membri del crescente apparato di sicurezza nazionale del Governo, in video conferenze sicure, per studiare le biografie di presunti terroristi e raccomandare al presidente quelli che dovranno essere i prossimi da eliminare. Questo processo segreto di ‘nominaciones’

è un invenzione del  governo di Obama, un nefasto circolo di discussione che studia le diapositive di PowerPoint con i nomi gli alias e le biografie dei presunti membri della filiale di al Qaida in Yemen o dei loro alleati nella milizia Shabab in Somalia.

Le “nominaciones” vanno alla Casa Bianca, dove, per la sua stessa insistenza, guidato dallo ‘zar’ del controterrorismo, John O. Brennan, Obama deve approvare ogni nome’.”

“Come ha informato la scorsa settimana il  Times, non solo abbiamo un ‘assassino in capo’ nell’Ufficio Ovale, ma anche ciber-guerriero…”

Questa che scrivo è solo una breve sintesi sull’attualità negli Stati Uniti.

Il giorno prima, ugualmente sinistro, il 6 giugno del 2012 , la BBC Mondo, con il titolo di “Si sgonfia l’economia della Cina?”, afferma:

“Vari indici cominciano a rivelare un calo economico nel paese asiatico con una forte diminuzione della domanda di elettricità e della produzione  industriale, così come la resa delle fabbriche  e la vendita al minuto.

La Cina soffre da mesi per un vento freddo che proviene dall’Europa, che è il suo mercato d’esoprtazione più grande, anche di quello degli Stati Uniti.

Il settore delle manifatture del paese si contrae da sette mesi per via, soprattutto, della debole domanda esportatrice, stando ad uno studio recente.

Il denaro ha smesso di andare in Cina più o meno dal mese di settembre, e in aprile, di fatto, ha cominciato ad abbandonare il paese e questo è assolutamente inusuale.”

“Per evitare che lo  yen si rinforzi troppo la Cina impedisce che gli speculatori comprino la moneta. Dalla metà del  2010, il governo cinese aveva permesso in forma diligente che lo yen si rinforzasse rispetto al dollaro, ma nell’ultimo mese, quando l’economia è entrata in crisi, ha cominciato a far scendere nuovamente il valore dello yen”.

“…molte imprese hanno finanziato l’importazione di materie prime come rame, minerali del ferro e alluminio per l’industria della costruzione.”

“Gli invii di rame non utilizzato che si accumulano nei magazzini della Cina sono così grandi che c’è appena lo spazio per immagazzinare l’eccedente.”

“Questo potrebbe essere anche un problema passeggero e a breve tempo, ma il timore che possa essere il principio della fine del boom immobiliare, per il quale sono stati costruiti molti più appartamenti di quelli che il paese necessita veramente.

“Ci sono città fantasma  completamente costruite”.

“Sembra che molti di questi  appartamenti  vuoti  stavano per essere comprati da imprese e famiglie della Cina come investimento più  attraente che depositare il  denaro in un conto bancario con un basso interesse”.

“Il tasso della crescita in Cina è caduto al disotto della cifra magica del 10% in un momento in cui l’occidente è caduto nella sua recessione più profonda dalla Seconda Guerra Mondiale.

Per esempio, il gigante asiatico ha costruito dal niente la rete delle ferrovie ad alta velocità cinque volte più grande della rete francese ad alta velocità.

La Cina si trova nel mezzo d’una transizione delicata con una nuova generazione di leaders che si avvicina al potere, una cosa che accade solo ogni 10 anni.

C’è una lotta politica in ebollizione, messa in evidenza dalla destituzione del noto governatore di Chongqing, Bo Xilai”.

“Molti membri del Partito sono stati beneficati dal boom immobiliare e dal credito negli  ultimi tre anni e se questo benessere terminerà, non vorranno stare tra i perdenti inevitabili”.

“Come si svolgerà questa battaglia soprattutto nel caso in cui la Cina dovesse affrontare proteste di massa di lavoratori disoccupati nelle strade, è un’incognita per tutti”.

Io sono lontano dal condividere questa sinistra impostura sul destino della Cina e mi chiedo se si può forse ignorare che la Cina possiede la più grandi riserve di terre rare nel mondo ed enormi volumi di gas d’esquisto, che le permetteranno d’accrescere il suo potere sulla produzione energetica mondiale, quando cesseranno il potere della menzogna e del vassallaggio. Ed è già troppo.

 

Fidel Castro Ruz – 9 giugno del 2012

Ore 24. 05 ( Traduzione Gioia Minuti).

- Le riflessioni del Compagno Fidel: Che sono gli  FC?
- RIFLESSIONI FIDEL
 

STAMPARE QUESTO MATERIALE


Direttore Generale: Lázaro Barredo Medina / Direttore Editoriale: Oscar Sánchez Serra.
Granma Internacional Digital: http://www.granma.cu/
E-mail informacion@granmai.cip.cu

Spagnolo | Inglese | Francese | Portoghese | Tedesco
© Copyright. 1996-2011. Tutti i Diritti Riservati. Granma Internazionale / Digitale. Repubblica di Cuba

Subir