Prigionieri Politici dell'Impero| MIAMI 5  

     

N U E S T R A   A M E R I C A

 L'Avana. 6 Ottobre 2014

 

Il Venezuela ha salutato Robert Serra
e la sua compagna

Venerdì 3, il popolo di Caracas ha inondato le strade per salutare il deputato socialista e la sua collaboratrice e compagna assassinati.

Il presidente del Venezuela, Nicolás Maduro, ha salutato con il popolo di Caracas il deputato socialista  Robert Serra e la sua compagna María Herrera, assassinati mercoledì 1º ottobre nella parrocchia della capitale  La Pastora.

“La giustizia che impera alla fine è il popolo unito che ottiene vittorie, è il consolidamento della Rivoluzione, dell’indipendenza”, ha detto Maduro nel cimitero del Sud,  dove riposano i resti di Serra e della sua compagna.

“Facciano quello che fanno e dicano quello che dicono, questo popolo saprà trasformare in vittoria il dolore provocato da coloro che ci hanno strappato il più valoroso dei nostri deputati”, ha aggiunto Maduro, che ha segnalato che la Rivoluzione Bolivariana è basata nella pace e la democrazia, nonostante i tentativi della destra fascista d’incitare il popolo chavista a cadere nella violenza per portare il paese alla guerra civile, ha informato la AVN.

Nel pomeriggio di venerdì 1º ottobre, il popolo di Caracas ha inondato le strade per salutare il deputato socialista e la sua compagna, e nel percorso iniziato vicino al Palazzo di governo, la gente ha gridato slogan come “Giustizia! La Rivoluzione non si ferma!” e “Hasta sempre, Robert e Maria!”

Un mare di camicie rosse ha intrapreso il cammino dall’Assemblea Nazionale senza badare al sole, alla pioggia o alla lunga strada, con palloncini colorati nelle mani.

I cittadini hanno marciato verso sud, nell’Avenida Baralt, hanno proseguito per l’Avenida Lecuna,  si sono uniti alle  Forze Armate in direzione di  Nueva Granada e finalmente sono giunti al camposanto dove hanno salutato Robert Serra e Maria Herrera.

La bara con il corpo di Serra è stata vegliata nella cappella ardente dell’Assemblea Nazionale  e la procuratrice generale, Luisa Ortega Díaz, ha informato che sono già state raccolte prove determinati per chiarire l’assassinio.

“Le prove, ha detto,permetteranno di  scoprire i responsabili  ed esigere la punizioni corrispondenti, perchè questi crimini non resteranno senza punizione”.

Poi ha aggiunto che non si anticiperanno dettagli sui risultati già ottenuti, per non mettere a rischio l’investigazione. “Avanziamo positivamente per chiarire i fatti”, ha aggiunto.

Il governo ha poi stabilito tre giorni di lutto terminati sabato 4 per la morte del più giovane legislatore  nella storia del paese.

Varie nazioni della regione latinoamericana hanno condannato l’assassinio di Serra e la sua compagna  dichiarando il loro sostegno al Governo bolivariano nella sua lotta per porre fine alla violenza politica che vuole far cadere con la forza la Rivoluzione.

Robert Serra è stato assassinato la notte di mercoledì 1º ottobre a 27 anni e, come ha dichiarato il ministro degli Interni, Giustizia  e Pace, Miguel Rodríguez Torres, l’ omicidio è stato intenzionale e premeditato.

Serra era avvocato, laureato nell’Università Cattolica Andrés Bello, con una specializzazione in Criminalistica. Era nato il 16 gennaio del 1987 a Maracaibo, stato Zulia e molto giovane aveva iniziato la sua lotta per i settori sociali più sfavoriti.

Assessore nel  municipio Libertador per il settore giovanile, era divenuto anche presidente di questo  organismo. Aveva creato e promosso il Movimiento “Avanzada Revolucionaria” costituito da giovani rivoluzionari.

Membro della Commissione Presidenziale del Potere Popolare Studentesco per gli stati Zulia (nordeste), Anzoáegui (nord) e Falcón, era stato nominato responsabile del settore giovanile del  Partito Socialista Unito del Venezuela (PSUV) per la città di Caracas.

Aveva lavorato con  l’ex ministro degli Interni e Giustizia, Tareck El Aissami, nel programma Mil Veces Juventud, un’iniziativa di carattere sociale a beneficio dei settori sociali più umili e sfavoriti.

- In Venezuela il fascismo alza il tiro

(Traduzione GM - Granma Int.)

 

STAMPARE QUESTO MATERIALE


Direttore Generale: Pelayo Terry Cuervo / Direttore Editoriale: Gustavo Becerra
Granma Internacional Digital: http://www.granma.cu/
E-mail informacion@granmai.cip.cu
 

Spagnolo | Inglese | Francese | Portoghese | Tedesco
© Copyright. 1996-2013. Tutti i Diritti Riservati. Granma Internazionale / Digitale. Repubblica di Cuba

Subir