Prigionieri Politici dell'Impero| MIAMI 5  

     

N U E S T R A   A M E R I C A

 L'Avana. 11 Novembre 2014

 

Guatemala: aperto un nuovo
ospedale oculistico
• Sarà gestito da medici cubani

Un nuovo ospedale oculistico è stato aperto a  Mixco, municipio del dipartimento del Guatemala, come parte della “Operación Milagro”, il programma mediante il quale gli specialisti cubani hanno operato 134.988 persone dal  2008.

Il coordinatore della Brigata Medica Cubana, Manuel Torres, ha confermato a Prensa Latina che il Ministero di Salute Pubblica e Assistenza Sociale del Guatemala, con i collaboratori cubani hanno stretto un’alleanza strategica con il municipio di Mixco  sino ad inaugurare questo centro  di assistenza.

“La clinica, ha dettagliato, offrirà servizi di consultazione oculistica per le malattie degli occhi, la diagnosi, il trattamento, gli esami di laboratorio, il trattamento pre e post operatorio, oltre agli interventi chirurgici per cataratta e altre patologie dell’occhio.

Il gruppo è formato da 14 professionisti cubani, includendo la direttrice, due oculisti, un medico generico, quattro infermiere, uno strumentista,  un optmetrista, un ingegnere in elettromedicina e un anestesista”, ha indicato  Torres.

Con quest’ultimo sono quattro gli ospedali oculistici in questo paese dell’America centrale. Gli altri tre si trovano a Escuintla (centro-sud), Jalapa (sudest) e Villa Nueva (centro-sud), municipio del dipartimento di Guatemala, al quale appartiene anche quest’ultima entità.

Con la speranza di vedere meglio dal suo occhio sinistro, Ángel Muralles ha detto che per la città corre la notizia che i medici cubani sono molto bravi e non si fanno pagare. (PL/Traduzione GM - Granma Int.)
 

STAMPARE QUESTO MATERIALE


Direttore Generale: Pelayo Terry Cuervo / Direttore Editoriale: Gustavo Becerra
Granma Internacional Digital: http://www.granma.cu/
E-mail informacion@granmai.cip.cu
 

Spagnolo | Inglese | Francese | Portoghese | Tedesco
© Copyright. 1996-2013. Tutti i Diritti Riservati. Granma Internazionale / Digitale. Repubblica di Cuba

Subir