Prigionieri Politici dell'Impero| MIAMI 5  

     


CUBA
NuestrA America
ESTERI
SPORT
CULTURA




COMUNICATE
CON I
CINQUE EROI


RIFLESSIONI   FIDEL
- Il dovere d’evitare
una guerra in Corea


Cuba contro
il Blocco

Intriduzione
Capitolo-1 / Capitolo-2
Capitolo-3 / Capitolo-4
Capitolo-3-2 /Capitolo-3-3
Capitolo-3-4



         Capitolo
1 | 2 | 3 |
4 | 5 | 6
7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12
13 | 14 |
15 | 16 | 17
1819 | 20 | 21 | 22

23 | 24 | 25

- PAROLE DI FIDEL 
 

SPECIALI IE GI
-
Conversazioni con
Fidel Castro: I pericoli
di una Guerra Nucleare


• 
Fino alla
   Vittoria Sempre

Sito Web di Ernesto CHE Guevara
di una Guerra Nucleare

A giro di Posta
avuelta@granmai.cip.cu

 

 

E S T E R I

 L'Avana. 30 Ottobre 2014

   

Il blocco  a Cuba, e gli USA contro il mondo, dice The New York Times

Stati Uniti  e Israele sono rimasti soli contro il mondo ancora una volta rispetto al blocco contro Cuba, ha avvertito  in un nuovo articolo il quotidiano The New York Times.

Con il titolo “On Cuba Embargo, It is the U.S. and Israel Against the World – Again” (l’embargo a Cuba, Stati Uniti  e Israele contro il mondo un’altra volta), il giornalista Ernesto Londoño ha sottolineato  l’approvazione nell’Assemblea Generale della ONU di una risoluzione che domanda la fine dei questo assedio economico, commerciale e finanziario imposto contro l’Isola dei Caraibi.

"Dei 193 membri delle Nazioni Unite, 188 hanno appoggiato Cuba.

Le tre astensioni -Isole Marshall, Micronesia e Palau- non sono considerate pesi pesanti in materia diplomatica", ha scritto Londoño nella nota editoriale apparsa nella colonna del quotidiano  Taking Note.

Solo Israele (il principale alleato di Washington nel Medio Oriente) si è messo al fianco degli Stati Uniti, sottolinea il testo, spiegando che a questa votazione annuale vale la pena prestare molta attenzione, perchè avviene nel momento in cui cresce la pressione internazionale a favore della normalizzazione delle relazioni con Cuba.

"La Casa Bianca sta considerando quali misure sarà capace di prendere in questa direzione il presidente Obama  nel tempo che gli resta dell’incarico", afferma l’articolo.

Londoño critica la posizione "di un ex ambasciatore statunitense poco conosciuto (Ronald Godard)", che a nome del suo paese ha cercato di difendere la continuità di una politica che è sopravvissuta a 11 amministrazioni tanto repubblicane come democratiche.

La nota editoriale  mette in evidenza che l’Isola ha espresso la sua disposizione al dialogo con gli USA ed ha citato frammenti dell’intervento del ministro degli Esteri cubano Bruno Rodríquez nel podio della ONU rispetto ad un futuro avvicinamento  basato in una relazione di rispetto.

L’influente giornale, che negli ultimi giorni ha pubblicato due editoriali sulla necessità d’eliminare il blocco e riannodare i vincoli tra i due paesi, ha definito draconiana la politica di Washington verso l’Avana.

“È ironico che una politica destinata ad isolare Cuba, ha provocato l’effetto contrario e che chi è rimasto solo sono gli Stati Uniti, ha sottolineato ancora il quotidiano.

Il The New York Times ha anche pubblicato un articolo nel quale ha segnalato che “l’Assemblea Generale della ONU ha votato in maniera schiacciante per la 23ª volta, per condannare un blocco che dura da più di cinque decenni e che, a giudizio degli esperti è il più lungo della storia. ( Traduzione GM – Granma Int.)
 

STAMPARE QUESTO MATERIALE


Direttore Generale: Pelayo Terry Cuervo / Direttore Editoriale: Gustavo Becerra Estorino
Granma Internacional Digital: http://www.granma.cu/
E-mail informacion@granmai.cip.cu

Spagnolo | Inglese | Francese | Portoghese | Tedesco
© Copyright. 1996-2013. Tutti i Diritti Riservati. Granma Internazionale / Digitale. Repubblica di Cuba

Subir