Prigionieri Politici dell'Impero| MIAMI 5  

     

C U L T U R A

  L'Avana. 3 Ottobre 2014

   

Costumi e tradizioni dei Caraibi

Yudeiny Fernández Ruz

Le potenze  che conquistarono i Carabi imposero le loro rispettive lingue ai popoli soggiogati ed è per questo che in questa regione si parlano spagnolo, francese, inglese e olandese e i derivati creoli, pieni di voci originarie e di parole africane.

La lingua è sempre la base della cultura, e include partendo da questa i costumi, le credenze, i modi di sentire e d’essere.

Nel grande amalgama costituito dallA cultura caraibica, non mancano le componenti asiatiche  e si è giunti ad una cultura meticcia dell’essere delle Antille, dove emergono l’entusiasmo per la musica e il ballo ( son, guaracha, salsa, bachata, joropo, ballenato, reggae, calipso, merengue, cha cha cha, cumbia, reggaetton...)

L’ampia varietà delle religioni – cattolica, protestanti, afrocubane, vudù – l’ampio diapason dei sapori nella gastronomia, il colore delle celebrazioni pubbliche, sono speciali.  

In Colombia per esempio si celebra ogni anno un festiva dei fiori che ha sede nella città di Medellin: una folla di persone trasporta decorazioni di fiori. Sono i chiamati “silleteros” che gareggiano in abilità e senso artistico.

In Nicaragua c’è il Gúegúenze, il primo personaggio del teatro dei Caraibi, che mostra nelle sue rappresentazioni  per le strade le proteste creole contro la perfidia dei colonizzatori.

È comune nelle campagne,  sia nelle isole che nelle nazioni continentali, la lotta dei galli,  giocare a domino e realizzare competizioni di poesia, quasi sempre  accompagnate dalla musica. 

A Cuba le chiamano controversie. 

I giochi tradizionali sono il domino, le corse dei cavalli, le fiere agricole con i rodei che accompagnano le celebrazioni liturgiche.  In Messico e in Colombia si realizzano corride con i tori, eredità culturale della Spagna.

Nella zona orientale di Cuba dove giunsero i francesi emigrati dopo l’espulsione da Haiti, vive sempre la tradizionale Tumba Francese, un legato di musica e di danza riconosciuto dall’UNESCO.

Una delle caratteristiche più notevoli dei nativi  dei Caraibi è però la loro passione irrinunciabile  per la libertà, dimostrata con secoli di resistenza alle occupazioni straniere e di lotta, per realizzare progetti di miglioramento sociale, economico e politico. ( Traduzione GM – Granma Int.)
 

STAMPARE QUESTO MATERIALE


Direttore Generale: Pelayo Terry Cuervo / Direttore Editoriale: Gustavo Becerra
Granma Internacional Digital: http://www.granma.cu/
E-mail informacion@granmai.cip.cu

Spagnolo | Inglese | Francese | Portoghese | Tedesco
© Copyright. 1996-2013. Tutti i Diritti Riservati. Granma Internazionale / Digitale. Repubblica di Cuba

Subir