Prigionieri Politici dell'Impero| MIAMI 5  

     

C U L T U R A

  L'Avana. 15 Dicembre 2014

   

I Premi Corallo hanno chiuso il 36º Festival

Le pellicole cubane “Conducta”, “Vestido de novia” e “La pared de las palabras” hanno conquistato la maggioranza dei premi collaterali del 36º  Festival Internazionale del Nuovo Cinema Latinoamericano

 Diana Ferreiro

Il Premio Corallo al miglior lungometraggio di fiction nel 36º Festival Internacional del Nuovo Cinema Latinoamericano, è statu assegnato al film cubano “Conduca”, di Ernesto Daranas, durante la chiusura del grande incontro evento, nel Cinema Chaplin de L’Avana, mentre il premio del pubblico è andato a un altro film cubano “Vestido de Novia”, opera prima di Marilyn Solaya.

I paesi più premiati sono stati Argentina, Brasile e Cuba, che hanno ottenuto i premipiù importanti del Festival, tra i quali i Coralli di Fotografia a Refugiado; Direzione ed Edizione a Relatos salvajes;  Sceneggiatura a La tercera orillae e Musica originale e Suono a Praia do futuro.

Il premio per la migliore interpretazione è stato vinto da Armando Valdés Freire, Chala, del film “Conducta”, e da Geraldine Chaplin, per il suo personaggio in “Dólares de arena”.

Per i  Documentari, “Silvia” (corto o medio metraggio), del Cile e “La muerte deJaime Roldós”, dell’Ecuador, hanno ricevuto i Coralli, mentre il premio all’Opera Prima è stato assegnato al film messicano “Güeros”.

Il Corallo al miglior animato è stato vinto da “Meñique”, di Ernesto Padrón.

Il premio di post-produzione  Nuestra America Prima Copia, per il quale competevano  sei lungometraggi e undocumentario è stato condiviso da “El primero de la famiglia” del Cile e “Clever” dell’Uruguay, mentre il premio FIPRESCI, cosngenatao dalla Federazione della Stampa Cinematografica è stato vinto da “Matar a un ombre”, pellicola del cileno Alejandro Fernández Almendras.

Durante la chiusura, Iván Giroud, direttore del Festival, segnalato l’importanza delle proiezioni con lo schermo mobile nei differenti municipi della capitale: “Iniziativa già realizzata in altre edizioni che vuole permettere al pubblico di sviluppare l’interesse per il cinema latinoamericano”, ha detto.

Dopo dieci giorni di sale strapiene, con lunghe code per entrare e le realtà dell’America Latina trasformate in cinema, il Festival ha salutato L’Avana e il suo pubblico, per tornare l’anno prossimo a quello che oggi è - come ha detto il direttore Ivan Giroud- un laboratorio permanente di progetti, una spazio di confluenze imprescindibili, per costruire alleanze, per scambiare esperienze e per scoprire quanto dobbiamo avanzare. (Traduzione GM – Granma Int.)

 

STAMPARE QUESTO MATERIALE


Direttore Generale: Pelayo Terry Cuervo / Direttore Editoriale: Gustavo Becerra
Granma Internacional Digital: http://www.granma.cu/
E-mail informacion@granmai.cip.cu

Spagnolo | Inglese | Francese | Portoghese | Tedesco
© Copyright. 1996-2013. Tutti i Diritti Riservati. Granma Internazionale / Digitale. Repubblica di Cuba

Subir