Prigionieri Politici dell'Impero| MIAMI 5  

     

C U L T U R A

  L'Avana. 13 Agosto  2014

   

Fidel è Fidel
• L’artista Roberto Chile ha inaugurato con questo titolo un’esposizione fotografica audiovisiva per rendere omaggio al leader storico della Rivoluzione cubana

Alain Valdés Sierra - Foto: AIN

Rendere omaggio a Fidel è una grande festa e i cubani - e la gente di tutto il mondo - che conoscono la sua instancabile lotta per un’umanità più giusta, ogni 13 agosto hanno una ragione ulteriore per credere che realmente un mondo migliore è possibile.

Scese trionfante dalla Sierra Maestra, invitto verde olivo, e con i suoi mitici “barbudos” ha scritto  un nuovo capitolo della storia d questa Isola, che sino ad allora non conosceva “la piena libertà dell’uomo” che aveva sognato tanto Martí.

Da allora Cuba e i cubani sono stati alla guida della battaglia per la rivendicazione della dignità umana, lotta di cui Fidel è il più degno paladino.

Onorare il leader, il patriota, l’amico e l’uomo, è compito di tutti i giorni e così ha fatto l’artista Roberto Chile, che ha saputo  con la sua lente unire l’arte e il suo impegno con la storia, nei 15 anni di lavoro insieme al Comandante in Capo.

“Fidel è Fidel”, è il nome della mostra fotografica audiovisiva di Chile, inaugurata nel Memoriale José Martí come giusto omaggio al rivoluzionario instancabile che oggi compie 88 anni, un atto fortemente simbolico che assicura che il sogno è divenuto realtà, perchè esprime l’ammirazione e il ringraziamento a Fidel e quanto ha vissuto vicino a lui in tutti gli anni di lavoro.

Grazie all’eccellente Lesbia Vent Dumois  come curatrice con lo stesso Chile, “Fidel è Fidel” è solo un pretesto per rivedere momenti memorabili che riflettono la personalità infaticabile del Comandante in Capo e, al di là  della magia della macchina fotografica, permette di perpetuare nel tempo  l’epica rappresentata in un uomo trasformato in simbolo dalla lotta per la pace e la giustizia.

L’artista ha affermato, in esclusiva per Granma che: “In 25 anni di lavoro  vicino al Comandante  in Capo non ho mai esposto le mie fotografie nè gli audiovisivi  del Leader della Rivoluzione e questo è un modo di mostrare in due tempi il mio lavoro. Ho lavorato filmando  in movimento per tutti quegli anni in cui non potevo scattare foto, ma negli ultimi anni ho avuto la possibilità di scattarle e questo è quello che presento in questa mostra, testimonianze dell’ultimo decennio”.

“Fidel è Fidel” presenta istantanee del 2005, 2006, 2010 e 2012, ed audiovisivi dei momento importanti della sua vita politica.

Un omaggio al caro Comandante è stata la scultura del berretto verde olivo con la stella vittoriosa, dello scultore Daniel Torres, consegnata da Chile  ad Alexis Castro, a nome di tutti i cubani.

La grandezza del figlio di  Ángel Castro e Lina Ruz non conosce frontiere e “Fidel è Fidel”, è anche in Europa. La stessa esposizione è stata inaugurata nella Galleria Art Stalker, a Berlino, la sera ed è stato un grande successo 

“La sala era strapiena e questo continuerà, ne sono sicuro, perchè come a Cuba,  la gente non va a vedere il mio lavoro, va a vedere Fidel”, ha detto Chile.

I suoi compagni di lotta erano presenti nel  Memoriale José Martí, come il Comandante della Rivoluzione Guillermo García Frías, l’Eroe di Playa Girón, José Ramón Fernández e  il direttore del Programma Martiano Armando Hart.

La cultura nazionale ha celebrato il compleanno di Fidel con la presenza della prima ballerina assoluta Alicia Alonso, il poeta Miguel Barnet, l’assessore del Presidente cubano Abel Prieto e il ministro della  Cultura Julián González, tra i tanti

Dirigenti del Partito e dell’Unione dei Giovani  Comunisti, tra i quali  Jorge Cuevas Ramos, membro della Segreteria,  Yuniasky Crespo Baquero, prima segretaria dell’organizzazione  giovanile hanno partecipato all’inaugurazione, con coloro che hanno lavorato o lavorano vicino al Leader della Rivoluzione come  Rolando Alfonso Borges, a capo del Dipartimento Ideologico del Comitato Centrale del Partito e i dipendenti dell’Ufficio delle Versioni Stenografiche del Consiglio di Stato e i familiari dei Cinque Eroi.

“Questa mostra, ha detto l’artista, è un azione di fede, d’amore e di riaffermazione rivoluzionaria. Che vivano il futuro, Cuba e questa epopea che è la sua Rivoluzione!” 

( Traduzione GM - Granma Int.)

 

STAMPARE QUESTO MATERIALE


Direttore Generale: Pelayo Terry Cuervo / Direttore Editoriale: Gustavo Becerra
Granma Internacional Digital: http://www.granma.cu/
E-mail informacion@granmai.cip.cu

Spagnolo | Inglese | Francese | Portoghese | Tedesco
© Copyright. 1996-2013. Tutti i Diritti Riservati. Granma Internazionale / Digitale. Repubblica di Cuba

Subir