Prigionieri Politici dell'Impero| MIAMI 5  

     

C U L T U R A

  L'Avana. 11 Agosto  2014

   

La censura non ha potuto proibire l’esposizione di Antonio Guerrero
a Miami

L’esposizione dei 15 acquarelli  di Antonio Guerrero, uno de los Cinque Eroi cubani, nel centro comunitario Veye Yo della Piccola Haita, a Miami, ha aperto le porte sabato 9 con la presenza di centinaia di persone, hanno informato i media della stampa.

“Questo è un trionfo del diritto alla libera espressione”, ha detto Víctor Nieto, uno dei visitatori.

“Qui siamo noi soldati che umilmente veniamo a rendere omaggio a un patriota antiterrorista”, ha affermato Max Lesnik, direttore dell’Alleanza Martiana.

“Per Antonio Guerrero e per i Cinque, rispetto e libertà”, ha aggiunto.

L’esposizione intitolata “Yo me muero como viví” (dal verso di una canzone del cantautore Silvio Rodríguez) era stata inizialmente annunciata nel negozio di dischi e galleria  Sweat Records, ma questo locale l’aveva poi cancellata per le pressioni e le telefonate minacciose.

Queste immagini sono “ricordi dell’ingiusto e crudele trattamento che ci hanno imposto sin dal primo giorno del nostro arresto. Erano momenti della nostra sopravvivenza, nei 17 mesi isolati nele celle di castigo del detto “buco” del Centro Federale delle Detenzioni di Miami”, ha commentato Tony, autore delle opere. ( Cubadebate/ Traduzione Gm – Granma Int.)
 

STAMPARE QUESTO MATERIALE


Direttore Generale: Pelayo Terry Cuervo / Direttore Editoriale: Gustavo Becerra
Granma Internacional Digital: http://www.granma.cu/
E-mail informacion@granmai.cip.cu

Spagnolo | Inglese | Francese | Portoghese | Tedesco
© Copyright. 1996-2013. Tutti i Diritti Riservati. Granma Internazionale / Digitale. Repubblica di Cuba

Subir