Prigionieri Politici dell'Impero| MIAMI 5  

     

C U L T U R A

  L'Avana. 10 Novembre 2014

   

Ebola un virus che uccide
Come si trasmette questa
malattia letale

L’acqua e il cibo non trasmettono la malattia: ci si infetta solo se si hanno contatti con  persone o animali che già presentano i sintomi.

I ricercatori stanno studiando le forme di contagio dal primo caso registrato in Guinea, ed affermano che non esistono prove di trasmissioni per via aerea e anche se le Naioni Unite sostengono lo steso il capo della ONU in Africa occidentale, Anthony Banbury  ha detto che il virus del’Ebola potrà mutare se non si realizzerà un controllo rapido dell’epidemia, diventando un pericolo anche per via aerea,  complicando terribilmente il lavoro dei medici.

Per ora per questo virus non esistono vaccini e cure.

La peggiore epidemia del virus Ebola da quando è stato scoperto il virus nel 1976 è iniziata nel mese d’aprile 2014. In ottobre la situazione divenuta grave e preoccupante come informano i dati della OMS, l’Organizzazione Mondiale della Salute.

La diffusione dell'epidemia preoccupa le autorità sanitarie mondiali,che ancora oggi non riescono a capire se e quando si fermerà l’epidemia nonostante tutti gli sforzi per contrastarla.

Il virus dell’Ebola è molto aggressivo, e appartiene alla famiglia dei Filoviridae, come il virus Marburg, che provoca  problemi simili.

La malattia si presenta con una serie  di sintomi, le febbri emorragiche, il dolore ai muscoli e agli arti e vari problemi al sistema nervoso centrale.

I sintomi dell’Ebola sono la febbre, forti mal di testa, dolori muscolari, diarrea, vomito, dolori addominali ed emorragie inspiegabili.

Il periodo d’ incubazione dal momento del contagio all'apparire dei primi sintomi va da 2 a 21 giorni. La morte è rapida e sopraggiunge ugualmente tra 2 e 21 giorni.

Fino ad oggi sono stati isolati cinque ceppi del virus, e quattro sono mortali per l'uomo.

Il virus è stato scoperto la prima volta nel 1976 in Congo e nel Sudan. Di solito l’Ebola è molto infettivo e virulento, e  se colpisce una o due persone in una comunità, si diffonde con molta rapidità  tra tutte le persone.

 Il virus dell’Ebola  probabilmente proviene dalle dette “volpi volanti”, degli animali che si nutrono di frutta e vivono nelle foreste tropicali.  Il virus è vivo in questi animali, si pensa da moltissimo tempo, ma in loro non provoca sintomi.

L’Ebola è passato dalle volpi volanti alle scimmie e ad altri animali, e quindi all’uomo che si nutre della carne degli animali selvatici, come le antilopi o le scimmie e con questa ci si contagia.

La trasmissione del virus è molto rapida attraverso i fluidi del corpo umano, come muco e sangue, attraverso le lacrime, la saliva, il vomito, le feci o il contatto con aghi o coltelli usati dalla persona infetta.

Questi virus non si trasmettono attraverso l'aria, ma è stata dimostrata la trasmissione in piccole gocce con il virus tra le scimmie.

Probabilmente avviene anche  attraverso i rapporti sessuali e i contatti frequenti tra  ammalati e familiari amplia la trasmissione della pericolosa malattia

Ci si può infettare toccando oggetti che sono stati a contatto con i fluidi di una persona infetta, ma anche un telefono o un bicchiere,  perchè il virus vive per ore all’esterno di un organismo e se si prende per esempio un oggetto toccato da un malato e poi ci si toccano gli occhi o la bocca, può avvenire il contagio.

Ci si infetta entrando in contatto con la saliva di un malato, per esempio mangiando nello stesso piatto o il suo cibo.

Ci si infetta se per la puntura di un ago usato per iniettare i pazienti, come accade con il VIH – Sida.

Ci si infetta lavando il cadavere di una persona morta per questa infezione, e in Africa si eseguono speciali ed oggi  pericolosi rituali nei funerali.

Ci si infetta in un rapporto sessuale anche tre mesi dopo la guarigione dall’Ebola, perchè il virus resta vivo per questo tempo ed anche baciando una persona sintomatica., ma non avviene il contagio se si hanno contatti con persone senza sintomi, anche se poi svilupperanno la febbre.

L’Ebola si contagia quando i sintomi sono già evidenti perchè il virus prima non ha sviluppato alte concentrazioni nell’organismo del malato.

La puntura di una zanzara non trasmette la malattia perchè l’ebola si diffonde solo tra i mammiferi e non sembra che gli insetti lo trasportino. (Agenzie /Traduzione GM -Granma Int.)
 

STAMPARE QUESTO MATERIALE


Direttore Generale: Pelayo Terry Cuervo / Direttore Editoriale: Gustavo Becerra
Granma Internacional Digital: http://www.granma.cu/
E-mail informacion@granmai.cip.cu

Spagnolo | Inglese | Francese | Portoghese | Tedesco
© Copyright. 1996-2013. Tutti i Diritti Riservati. Granma Internazionale / Digitale. Repubblica di Cuba

Subir