Prigionieri Politici dell'Impero| MIAMI 5 

     

C u b a

                                    L'Avana. 6 Novembre 2014

 

 L’industria nazionale promuove  opportunità negli investimenti stranieri

Le proposte prevedono la modernizzazione dell’industria e la creazione di nuove capacità con il proposito di soddisfare la domanda nazionale, sostituire gli acquisti all’estero e generare esportazioni.

 Yudy Castro Morales /Lorena Sánchez - Foto: Yaimí Ravelo

Fiera Internazionale de L’Avana, FIAHV 2014. 20 progetti per un ammontare di circa 120 milioni di dollari formano il ventaglio degli affari del  Ministero delle Industrie.
Fiera Internazionale de L’Avana, FIAHV 2014. 20 progetti per un ammontare di circa 120 milioni di dollari formano il ventaglio degli affari del  Ministero delle Industrie.

Le opportunità d’investimento straniero promosse per l’industria cubana, che conprendono i rami siderurgico  e meccanico, leggero, chimico ed elettronico, hanno accaparrato, mercoledì 5, l’attenzione degli imprenditori presenti nella 32ª Fiera Internazionale de L’Avana, (FIHAV 2014) .

Adriana Barceló Permuy, direttrice  generale della gestione industriale del Ministero delle Industrie, ha detto che i 20 progetti, per un ammontare che supera i 1200 milioni di dollari, formano il ventaglio di affari dell’organismo. Tra questi  10 si vogliono stabilire nella  Zona speciale di Sviluppo  Mariel (ZEDM).

Le proposte che fanno parte delle politiche di sviluppo settoriale del paese prevedono la modernizzazione dell’industria e la creazione di nuove capacità,  con il proposito di soddisfare la domanda nazionale, sostituire gli acquisti all’estero e generare esportazioni.

In quest’ordine, Barceló Permuy ha segnalato i dialoghi sostenuti con gli imprenditori provenienti da Portogallo, Cina, Russia, Brasile, Italia, Ecuador, Sudafrica, Vietnam e Regno Unito.

Parlando dell’industria elettronica,  l’informatica  le telecomunicazioni, la specialista ha detto che le principali opportunità sono indirizzate soprattutto alla fabbricazione dei  LED, dei telefoni cellulari,  tablets di PC e supporti ottici.

“I principali interessi del ramo leggero s’incamminano al rinnovo tecnologico, il cui sviluppo permetta poi di sostituire le importazioni a grande scala di prodotti igienici, sanitari, usa e getta, calzature, confezioni e imballaggi”, ha segnalato ancora.

A proposito dell’industria, la direttrice generale della gestione industriale ha citato le tre strategie di lavoro più significative  destinate alla produzione di carta bond, tissue e altro,  e alla fabbricazione di pneumatici.

“Inoltre le alleanze strategiche del settore siderurgico e meccanico sono proiettate verso lo sviluppo della siderurgia, il riciclaggio, la meccanica, la sfera  automotrice e degli strumenti agricoli, e sono prioritarie come gli investimenti nella produzione dell’ acciaio, dei contenitori e di altre più complesse destinate all’agricoltura e al trasporto, ha aggiunto Adriana Barceló ha anche segnalato altri progetti per i quali ci sono soci identificati.

Sono due imprese miste per la fabbricazione d prodotti da bagno, igiene e pulizia, di contenitori flessibili, astucci per sapone, per latticini, pasta lunga, caffè...

La prima  si vuole stabilire nella  ZDEM e la seconda, ubicata in provincia di Mayabeque, prevede di coprire almeno l’80% della crescente domanda nazionale. ( Traduzione GM - Granma Int.)
 

STAMPARE QUESTO MATERIALE


Direttore Generale: Lázaro Barredo Medina / Direttore Editoriale: Gustavo Becerra Estorino
Granma Internacional Digital: http://www.granma.cu/
E-mail informacion@granmai.cip.cu
 

Spagnolo | Inglese | Francese | Portoghese | Tedesco
© Copyright. 1996-2012. Tutti i Diritti Riservati. Granma Internazionale / Digitale. Repubblica di Cuba

Subir