Prigionieri Politici dell'Impero| MIAMI 5 

     

C u b a

                                    L'Avana. 6 Febbraio 2015

 

Miguel Díaz-Canel valuta la responsabilità delle università cubane
• Durante il percorso di Santiago di Cuba, il primo vice presidente cubano, ha reiterato la responsabilità dei centri d’educazione superiore nel laureare professionisti preparati integralmente, con un’ampia formazione scientifica, umanista e rivoluzionaria

Eduardo Palomares Calderón - Foto: Miguel Rubiera Justiz /AIN

Santiago di Cuba -Il primo vice presidente dei Consigli di Stato e dei Ministri, Miguel Díaz-Canel Bermúdez, ha reiterato in questa città la responsabilità dei centri d’educazione superiore nel laureare professionisti preparati integralmente, con un’ampia formazione scientifica, umanista e rivoluzionaria.

Santiago di Cuba- Miguel Diaz-Canel ha vistato lo zuccherificio Paquito Rosales, dove ha constatato la marcia del più stabile zuccherificio santiaghero.
Santiago di Cuba- Miguel Diaz-Canel ha vistato lo zuccherificio Paquito Rosales,
dove ha constatato la marcia del più stabile zuccherificio santiaghero.

Diaz Canel, membro del Burò Politico del Comitato Centrale del Partito, ha approfondito il tema durante un incontro con i consigli accademici dell’Università d’Oriente, l’ Università di Scienze Pedagogiche Frank País, e della Facoltà di Cultura Fisica e dello Sport, Manuel Fajardo, sulla loro integrazione  come unica istituzione nell’Università d’ Oriente.

Come ha precisato, si tratta di formare un professionista più utile al paese, perchè se diamo alla società professionisti ben preparati e se con questo incorporiamo valori e il concetto di assumere il lavoro come un dovere, come una responsabilità di fronte alla società, stiamo assegnando quadri per lo sviluppo socialista.

Il nuovo corso 2015- 2016, che inizierà nel settembre prossimo con questa ottica, dispone di un’Università d’Oriente con 11.600 studenti scritti in 54 specialità, raggruppate in 16 facoltà, che saranno seguiti da 2.262 insegnanti, tra i quali spiccano 383 con dottorato e 1239 master.

Díaz-Canel ha sottolineato che tutti si devono sentire parte di un processo dal quale nessuno sarà escluso e la cui importanza ideologica, economica e sociale trascende, con la partecipazione piena delle nostre università nell’implementazione delle Linee, approvate nel VI Congresso del Partito.

Il Primo Vicepresidente cubano ha iniziato la sua visita del territorio dallo zuccherificio Paquito Rosales, dove il direttore, l’ingegnere Carlos Calá, lo ha informato che dopo aver realizzato la produzione minima prevista, l’utilizzo del potenziale ha permesso di ottenere 880 tonnellate di zucchero al di sopra del piano previsto sino ad oggi.

Durante l’incontro ha esortato ad elevare l’efficienza industriale con un processo della materia prima di miglior qualità, possibilità che continuerà ad apportare maggiormente  alla tasca dei lavoratori.

Ad ovest della città, nell’impresa per l’elaborazione della soia, Díaz-Canel Bermúdez ha constatato lo smantellamento dell’antiquato meccanismo per l’estrazione dell’olio da questo fagiolo, operazione che permetterà d’iniziare in breve tempo il montaggio di un moderno impianto, lavoro che terminerà come previsto, all’inizio del mese di maggio.

Il direttore dell’entità, ingegner Omar Góngora Sánchez, ha spiegato che questo è il più forte investimento di quest’anno realizzato dal Ministero dell’Industria Alimentare nel paese e che la nuova tecnologia raddoppierà l’attuale consegna del materiale destinato alla produzione di olio commestibile e di altri derivati, come la lecitina, il testurizzato di soia e la farina sgrassata.

Sono state apprezzate anche le opere dedicate al 62º anniversario  delle gesta della Moncada e ai 500 anni della città, che si festeggeranno nel prossimo mese di luglio, come l’Avenida Juan Gualberto Gómez-Flor Crombet, che vincola  la Piazza Mayor General Antonio Maceo e il cimitero Santa Ifigenia e il complesso culturale con diversi servizi e attrazioni nella Piazzetta  de Ferreiro.

Al termine del percorso, il Primo Vicepresidente cubano ha trasmesso le sue impressioni sulla critica situazione affrontata, per la siccità, nel rifornimento di acqua alla città ed ha riconosciuto la saggezza dei santiagheri nell’affrontare il problema, seguito molto da vicino dalla direzione del paese.

Hanno partecipato al percorso con Díaz-Canel, Rolando Alfonso e Roberto Montesinos,  capi di  Departamenti del Comitato Centrale del Partito, accompagnati da Lázaro Expósito e Reinaldo García, primo segretario del Partito nella provincia e presidente del governo nel territorio, rispettivamente.

( Traduzione GM - Granma Int.)

 

STAMPARE QUESTO MATERIALE


Direttore Generale: Lázaro Barredo Medina / Direttore Editoriale: Gustavo Becerra Estorino
Granma Internacional Digital: http://www.granma.cu/
E-mail informacion@granmai.cip.cu
 

Spagnolo | Inglese | Francese | Portoghese | Tedesco
© Copyright. 1996-2012. Tutti i Diritti Riservati. Granma Internazionale / Digitale. Repubblica di Cuba

Subir