Prigionieri Politici dell'Impero| MIAMI 5 

     

C u b a

                                    L'Avana. 5 Novembre 2014

 

Le imprese straniere mostrano interessi d’investire a Cuba

Durante la giornata sono stati risalatati i vantaggi che offre la Zona Speciale di Sviluppo di Mariel.

Yudy Castro Morales - Lorena Sánchez *Foto:* Alberto Borrego

Alla fine di quest’anno o al principio del prossimo cominceranno a stabilirsi  i primi progetti d’investimento nella Zona Speciale di Sviluppo di Mariel -ZEDIM - orientati al settore agricolo-alimentare, all’industria leggera, la costruzione e l’energia rinnovabile.

Ana Teresa Igarza Martínez, direttrice generale dell’Ufficio della ZEDM, ha assicurato che una trentina di paesi hanno fatto proposte d’investimenti, anche se Spagna, Italia, Cina, Russia, Francia, Vietnam, Brasile, Messico, Olanda e Canada,  sono tra i più rappresentati.

Durante la realizzazione, ieri martedì 4, del Forum degli Affari della  Zona, che ha distinto tutta la giornata della 32ª  edizione della Fiera Internazionale de L’Avana (FIHAV 2014), la specialista ha parlato dei  25 progetti inclusi nel ventaglio delle opportunità presentate da Cuba, che si vogliono ubicare lì. Le stesse danno priorità all’industria siderurgica e meccanica, chimica, elettronica,  alla biotecnologia e alla produzione di medicinali.

Igarza Martínez ha sottolineato che la Zona conta già su un’infrastruttura di base per lo stabilimento dei primi imprenditori che investono a Mariel, ossia ci sono elettricità, acqua  e info-comunicazioni e manca solo il livellamento delle parcelle.

Le infrastrutture che stiamo creando sono in funzione dei progetti che si sono avvicinati alla Zona ed hanno una maggior potenzialità per stabilire  lì la volontà politica della nostra più alta direzione che è creare le prime condizioni con risorse proprie, per cui è necessario fare una pianificazione adeguata alla crescita.

Per questo è importante promuovere l’investimento straniero in modo intenzionale, in corrispondenza con le linee strategiche di sviluppo economico del paese.

Igarza Martínez ha aggiunto che ci sono imprese radicate in Cuba che stanno valutando di collocare le loro sedi principali a Mariel e che questo non costituisce una ri-collocazione. Le entità che si trasferiranno nella ZEDIM  dovranno crescere dal punto di vita delle esportazioni e inserirsi nella sostituzione delle importazioni mediante l’uso di tecnologie pulite, energie rinnovabili e migliori pratiche, ha segnalato.

Durante il Forum è stata presentata la Guida per l’Imprenditore che vuole Investire, un documento che pone Cuba nel contesto internazionale e riflette le sue potenzialità  d’investimento, ambiente, cultura e indici sociali.
 

STAMPARE QUESTO MATERIALE


Direttore Generale: Lázaro Barredo Medina / Direttore Editoriale: Gustavo Becerra Estorino
Granma Internacional Digital: http://www.granma.cu/
E-mail informacion@granmai.cip.cu
 

Spagnolo | Inglese | Francese | Portoghese | Tedesco
© Copyright. 1996-2012. Tutti i Diritti Riservati. Granma Internazionale / Digitale. Repubblica di Cuba

Subir