Prigionieri Politici dell'Impero| MIAMI 5 

     

C u b a

                                    L'Avana. 30 Ottobre 2014

 

Per una regione libera dall’Ebola

Con la presenza del secondo segretario del Comitto Centrale del Partito, José Ramón Machado Ventura, vicepresidente dei Consigli di Stato e   dei Ministri, è stata inaugurata  la riunione tecnica degli specialisti e dei dirigenti per prevenire e affrontare il virus dell’ Ebola.

Granma - Foto: Jose M. Correa

Il Ministro di Salute Pubblica di Cuba Dr. Roberto Morales Ojeda, José Ramón Machado Ventura, Vicepresidente dei Consigli di Stato e dei Ministri
Il Ministro di Salute Pubblica di Cuba Dr. Roberto Morales Ojeda, José Ramón Machado Ventura, Vicepresidente dei Consigli di Stato e dei Ministri

Con il fine di concertare strategie  di prevenzione e per affrontare anticipatamente la minaccia  globale rappresentata dal virus dell’Ebola, e mobilitare le capacità di risposta dell’America  Latina e dei Caraibi, per evitare la disseminazione della  malattia nella regione, è inizia la riunione degli specialisti e dei dirigenti, rispettando gli accordi del Vertice Straordinario della scorsa settimana sull’Ebola.

Partecipano a questo incontro rappresentanti di 32 paesi e più di 250 specialisti, oltre gli invitati della Organizzazione Panamericana della Salute (OPS), l’Organizzazione Mondiale della Salute (OMS) e di altri organismi regionali.

Roberto Morales Ojeda, Ministro di Salute di Cuba, ha iniziato i lavori chiedendo un minuto di silenzio per onorare la memoria del collaboratore Jorge Juan Guerra Rodríguez, morto in Guinea Conakry di un paludismo cerebrale.

“Jorge Juan, ha detto il ministro, aveva dedicato 30 anni della sua vita a lavorare nel settore della salute ed aveva espresso la sua disposizione volontaria per far parte del gruppo di collaboratori in Africa, ed è stato un esempio di professionale che aveva anche saputo attirare l’affetto di tutti coloro che lo hanno conosciuto”, ha affermato.

Il titolare del settore ha informato che sino ad oggi si riportano più di 10.487 casi di Ebola, con una cifra superiore ai 5.000 deceduti, con un tasso di mortalità generale del 49%.

Per questo ha chiamato ad uno stretto compimento delle misure di sicurezza, dei protocolli e dei manuali, dei mezzi di protezione e delle misure di vigilanza e prevenzione.

“Cuba, ha detto, è presente in Africa con 32 brigate di collaboratori e implementa un programma di preparazione indirizzato alla prevenzione, la diagnosi e il trattamento delle malattie.  Inoltre sono stati inviati specialisti cubani  in Nicaragua per lavorare come consulenti, preparando gli esperti, e un altro gruppo andrà a San Vicente y las Granadinas, in Giamaica e in Guinea Equatoriale.

Gli specialisti hanno iniziato i lavori divisi in quattro commissioni  dedicate all’analisi della diagnosi, al trattamento e la vigilanza epidemiologica, il maneggio clinico del paziente, la formazione e la preparazione delle risorse umane e la comunicazione sociale.
( Traduzione GM– Granma Int.)
 

STAMPARE QUESTO MATERIALE


Direttore Generale: Lázaro Barredo Medina / Direttore Editoriale: Gustavo Becerra Estorino
Granma Internacional Digital: http://www.granma.cu/
E-mail informacion@granmai.cip.cu
 

Spagnolo | Inglese | Francese | Portoghese | Tedesco
© Copyright. 1996-2012. Tutti i Diritti Riservati. Granma Internazionale / Digitale. Repubblica di Cuba

Subir