Prigionieri Politici dell'Impero| MIAMI 5 

     

C u b a

                                    L'Avana. 22 Ottobre 2014

 

L’abbraccio di un’Isola

Raúl ha salutato i collaboratori che sono partiti per la Liberia e la Guinea Conakry

Leticia Martínez Hernández - Foto: Estudio Revolución

Il presidente cubano Raúl Castro saluta i collaboratori cubani ch eosnoparit per andar faffornatre lEbola inAfrica.
Il presidente cubano Raúl Castro saluta i collaboratori cubani ch eosnoparit per andar faffornatre lEbola inAfrica.

La notte di martedì 21 è stata di commozione, nuovamente. La pista dell’aeroporto internazionale José Martí  è stata testimone dei momenti più toccanti. Un’altra volta il presidente di Cuba ha partecipato al saluto dei nostri eroi: costoro che stamattina sono giunti in Africa occidentale per stare giustamente nell’ epicentro della lotta mondiale contro l’Ebola.

In questa occasione sono stati scelti 83 professionisti.  49 vanno in Liberia e 34 in Guinea Conakry, nazioni colpite da anni dalla povertà, ambiente propizio per lo  sviluppo della terribile malattia.

Raúl ha abbracciato tutti, uno per uno, ai piedi della scaletta  dell’aereo, un abbraccio che undici milioni di cubani diamo loro, alla loro partenza.

E loro, con la bandiera nella mano, hanno promesso di offrire tutta la dedizione, di lavorare sena riposo, curando perennemente e promettendo di  ritornare sani, di tornare in Patria raccontando le loro vittorie...

Con il fragore dei motori dell’aereo accesi,  hanno inviato i loro saluti a Fidel,  hanno chiesto fiducia a Raúl, gli hanno detto di non preoccuparsi che erano pronti per quello che stava arrivando.

Il  IL-96 è partito con una truppa di lusso: 35 medici e 48 infermieri, tutti con più di 15 anni d’esperienza professionale. il 42%  ha  compiuto missioni internazionaliste in due e più occasioni e due di loro sommano con questo viaggio dei missioni solidali, perchè Cuba, la loro terra amata, non si è mai stancata di aiutare.

Erano presenti al commovente commiato  José Ramón Machado Ventura, Secondo Segretario del Comitato Centrale del Partito Comunista e vicepresidente dei Consigli di Stato e dei Ministri; Miguel Díaz-Canel Bermúdez, primo vicepresidente dei Consigli di Stato e dei Ministri; il cancelliere Bruno Rodríguez Parrilla e Roberto Morales Ojeda, ministro di Salute Pubblica.

Cuba compie così parte dell’impegno preso con queste due brigate, sommando 256  professionisti della salute che sono partiti per salvare vite.

Con ognuno viaggia il messaggio di un paese immensamente orgoglioso di contare su figli come loro, che hanno salutato le loro famiglie, i loro amici, la loro nazione, per andare a fermare la terribile malattia che minaccia il mondo.

Per i nostri eroi tutti gli auguri da quest’Isola amata. (Traduzione GM – Granma Int)
 

STAMPARE QUESTO MATERIALE


Direttore Generale: Lázaro Barredo Medina / Direttore Editoriale: Gustavo Becerra Estorino
Granma Internacional Digital: http://www.granma.cu/
E-mail informacion@granmai.cip.cu
 

Spagnolo | Inglese | Francese | Portoghese | Tedesco
© Copyright. 1996-2012. Tutti i Diritti Riservati. Granma Internazionale / Digitale. Repubblica di Cuba

Subir