Prigionieri Politici dell'Impero| MIAMI 5 

     

C u b a

                                    L'Avana. 22 Dicembre 2014

 

I Cinque Eroi hanno cantato alla felicità in uno storico concerto con Silvio

Martha Sánchez Martínez  

I Cinque Eroi  cubani Gerardo Hernández, Ramón Labañino, Antonio Guerrero, Fernando González e René González hanno cantato di felicità con  l’emblematico cantautore Silvio Rodríguez, nel suo 62º  concerto  del giro dei quartieri del paese.  

Centinaia di persone riunite nel parcheggio dello stadio latinoamericano di baseball, nella capitale, hanno cantato in coro le canzoni del fondatore della Nuova Trova cubana, accompagnato da splendidi musicisti come Jorge Aragón al piano e Jorge Reyes al basso, da Oliver Valdés che ha portato il suo carisma  con la batteria e le percussioni, e in particolare da Niurka Reyes, che ha interpretato in modo eccezionale, con il suo flauto, quasi tutte le canzoni ed ha commosso con un arrangiamento speciale del finale del tema “Mariposas”.

All’inizio del concerto, Silvio Rodríguez ha ricordato che nelle presentazioni precedenti di questo ciclo iniziato nel 2010, lui e i suoi accompagnatori hanno sempre reclamato la liberazione dei Cinque antiterroristi cubani.

“Senza dubbio oggi la felicità è grande, perchè loro sono a Cuba e sono qui con noi!”, ha detto, Questi uomini noti internazionalmente come i Cinque, furono arrestati nel 1998, negli USA e condannati a smisurate reclusioni per aver avvertito Cuba sui piani dei gruppi violenti radicati nel sud della Florida.

René González è ritornato nell’Isola nel maggio del 2013, dopo 13 anni di reclusione, mentre Fernando González è tornato nel marzo del 2014, anche lui al termine della sua ingiusta condanna.

Gerardo Hernández, Ramón Labañino e Antonio Guerrero sono stati liberati lo scorso 17 dicembre, in corrispondenza di un accordo tra i governi de L’Avana e di Washington, con l’obiettivo di avanzare verso la normalità dei vincoli tra le due nazioni.

“Per un popolo di “sciocchi” canteremo “El necio ( lo sciocco) “,ha detto Ramón  Labañino, indicando la canzone di Silvio che, ha spiegato  Gerardo, era diventata un inno  nei giorni più duri della prigione, quando erano in isolamento in celle oscure e con spazi fisici  molto ridotti, detti “il buco”.

I Cinque hanno cantato con Silvio anche “La era”, la canzone che Antonio intonava quando alcune volte gli permettevano d’andare in uno spazio del carcere detto Ricreazione.

Quando Silvio ha intonato “El dulce abisso”, una canzone che parla del dolore provocato dalla lontananza degli esseri amati, i Cinque i loro familiari hanno sentito le lacrime agli occhi.

Silvio ha poi cantato  “Elpidio Valdés”, “El reparador de sueños”, “Mujeres”, “Retrato de mujer con sombrero”, “La maza”, “¿Quién fuera?”, “Canción del elegido”, “El Mayor”, “Pequeña serenata diurna” e “Ojalá”, molti dei suoi grandi successi che fanno parte dell’immaginario dei popoli  latinoamericani.

IL cantautore ha anche reso omaggio  al poeta cubano Rubén Martínez Villena, nel 115º anniversario della sua nascita ed ha ricordato che morì molto giovane, dedicato alle cause nobili del suo popolo.

Un altro famoso cantautore, Vicente Feliz, ha raggiunto il palcoscenico per cantare con i Cinque “Regresaré”, una poesia scritta in carcere da Antonio  Guerrero e musicata dal cantante cubano Polo Montañez.

 

STAMPARE QUESTO MATERIALE


Direttore Generale: Lázaro Barredo Medina / Direttore Editoriale: Gustavo Becerra Estorino
Granma Internacional Digital: http://www.granma.cu/
E-mail informacion@granmai.cip.cu
 

Spagnolo | Inglese | Francese | Portoghese | Tedesco
© Copyright. 1996-2012. Tutti i Diritti Riservati. Granma Internazionale / Digitale. Repubblica di Cuba

Subir