Prigionieri Politici dell'Impero| MIAMI 5 

     

C u b a

                                    L'Avana. 21 Ottobre 2014

 

Il presidente Evo Morales al Vertice Straordinario

Il Presidente della Bolivia, Evo Morales, ha assicurato d’essere giunto  a L’Avana rispondendo alla convocazione dei “Comandanti delle Forze libertarie d’America”, per trattare il tema della minaccia dell’Ebola “che sarŕ abbordato oggi nel Vertice Straordinario  dell’Alleanza Bolivariana per i Popoli di Nuestra America – Trattato del Commercio dei Popoli  (ALBA-TCP)”, ha detto prima dello svolgimento dell’importante avvenimento.

Morales ha segnalato il richiamo dei presidenti del Venezuela, Nicolás Maduro, e di Cuba, Generale d’Esercito Raúl Castro, per riunire a L’Avana le delegazioni dei paesi membri dell’ALBA - TCP e di altre nazioni invitate e osservatrici.

Il presidente boliviano ha detto d’essere giunto all’appuntamento accompagnato dal suo ministro degli Esteri e dal ministro di Salute,  per fare una profonda valutazione su quello che si puň fare per salvare l’umanitŕ da questa minaccia.

“Ammiro moltissimo la reazione di Cuba di fronte all’epidemia di Ebola”, ha segnalato Morales, risaltando il messaggio del leader storico della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, nel suo recente articolo “L’ora del dovere”.

Inoltre Evo Morales ha lodato la solidarietŕ del popolo cubano  e il suo lavoro per la vita, oltre alla capacitŕ professionale e la coscienza sociale dei medici dell’Isola.

Il presidente sudamericano č stato ricavato all’aeroporto internazionale José Martí, dal vice ministro degli Esteri cubano, Abelardo Moreno e da altri membri del corpo diplomatico dei due paesi (Traduzione GM - Granma Int.)
 

STAMPARE QUESTO MATERIALE


Direttore Generale: Lázaro Barredo Medina / Direttore Editoriale: Gustavo Becerra Estorino
Granma Internacional Digital: http://www.granma.cu/
E-mail informacion@granmai.cip.cu
 

Spagnolo | Inglese | Francese | Portoghese | Tedesco
© Copyright. 1996-2012. Tutti i Diritti Riservati. Granma Internazionale / Digitale. Repubblica di Cuba

Subir